PLATANIA

Sunday, 13 March 2011















  • Sorge a: 750 metri  s.l.m.;
  • Il territorio è compreso tra i: 359 e 1417 metri s.l.m.;
  • L'escursione altimetrica complessiva è pari a:1067metri;
  • Deriva il nome:Il nome è un termine greco, ossia "platania" che significa plataneto (terreno piantato a Platani);
  • Denominazione abitanti:platanesi;
  • Abitanti:250 (M.099-F.151;Istat 1.1.10);
  • Superficie: 24,64 Kmq;
  • Densità abitativa:91,3 abitanti per Kmq;
  • Santo Patrono: San Michele Arcangelo;
  • Festa Patronale: 29 settembre;
  • Mercato Settimanale: mercoledì;
  • Fa parte:Comunità  Montana Monti Reventino-Tiriolo-Mancuso,Regione Agraria n.1-Montagna del Reventino;
  • Frazioni:Campo Chiesa, Pietra,Sambate,Mercuri, Difesa Zito,Fossa don Paolo,Foresta, Sirurgo;
  • Confina con i Comuni di:Conflenti, Decollatura,Serrastretta e Lamezia Terme;
  • Dista:42 Km da Catanzaro;
  • INPS:Via Saverio D'Ippolito, Lamezia Terme;
  • INAIL:Via V.Veneto Catanzaro;
  • DTL (ex DPL): Via Acri Catanzaro;
  • Centro Per L'Impiego:Corso Numistrano, Lamezia Terme;
  • S.P.I.S.A.L.:Via S.T.Notaro (vecchio Ospedale) Lamezia Terme
  • Il Municipio è sito in: Coso Umberto 1°.tel e fax 0968 295010.

Codici:

  • CAP:88040;
  • Prefisso Telefonico:0968;
  • Codice Istat:079099;
  • Codice Catastale: G734.



CENTRO STORICO
Nel centro storico, semplice e sobrio, in uno con il paesaggio montano che lo circonda dall'aria tersa, di pregio alcune  facciate ben conservate e costruite a "calce e pietra",una costante del costruire dei nostri padri, ma che va liberato da alcuni intonaci che offuscano quel pregio. Si fanno,così ammirare: Palazzo Perri, Palazzo Mastroianni, Palazzo Calabria, Palazzo Cerminara, Palazzo d’Aquino dal caratteristico lato semicircolare.

Nel Centro torico
Indimenticabili e caratteristiche coinvolgendoti, ancorchè, semplice spettatore, nel Centro Centro Storico e che sfidano l’usura del tempo, quelle lunghe "partite a carte" nei "bar" con per "posta" una  semplice gassosa, oppure una birra, e che danno vita ad animate discussioni che  hanno il pregio di riportare l'uomo alla sua dimensione, la vera,quella umana con il tempo che sembra non trascorrere mai e, certamente,non già per la noia, ma per la serenità del suo trascorrere e che la cittadina sa offrire rendendo il soggiorno del turista piacevole e sereno.Una nota doverosa da riportare e che dice di Platania e della semplicità della sua gente e dei suoi ospiti.

LA CHIESA
Chiesa di San Michele; Chiesa dell'Immacolata; Chiesa della Madonna del Riposo.

La Chiesa di San Michele, è chiesa parrocchiale, dalla navata interessante.Di valore artistico una tela del 1815 che rappresenta S.Francesco ed un dipinto ligneo con  il Cuore di Gesù. Attivo è il volontariato e l’associazionismo cattolico.

Paesaggio

Platania è centro montano che si affaccia sul mare:Monte Reventino, Monti Zingari e Castelluzzo le sue montagne.Una ridente cittadina dal verde incontrato,piena di attrattiva,con panorami stupendi  ed incantevoli che fanno godere, estasiando il visitatore per lo splendore dello scenario della piana e delle Eolie e dove si esalta la natura incontaminata aiutando quel ritrovarsi con se stessi”. Il passo di Acquavona (1100 mt), da cui si domina la piana di Lamezia e la vallata di Decollatura, accoglie il turista in un ambiente che sa di alpino, ma che si coniuga con il mare che ti segue all’orizzonte, e da cui si dipartono le "scarpinate" al Reventino, il Monte, denominatore comune  e "nume tetelare" dei due versanti dell'interland lametino.

La montagna
Il Reventino con la sua fitta vegetazione boschiva ed il suo sottobosco è una bellezza piena di refrigerio con aree attrezzate vicine a sorgenti naturali che rendono gradevole quello "scarpinare" salutare lungo le sue falde contornato di sentieri,mentre ospitale è il suo rifugio.Interessante e pieno di fascino il Passo di Acquavona, a 17 Km da Lamezia-Nicastro.

Feste e Sagre

  • La festa di San Michele, il 29 ettembre
  • Sagra delle Castagne (fine novembre)


ANALISI  MOVIMENTI ANAGRAFICI DI PLATANIA (CENSIMENTI  1991-2001 ED ISTAT  1.1.2010)

La popolazione nel censimento del:
•    1991 è pari a  3016 abitanti;
•    2001 è, invece, pari a 2.423 abitanti,
mostrando,quindi,nel decennio 1991-2001 una variazione percentuale di abitanti in meno pari al -19,66%. Gli abitanti sono distribuiti in 911 nuclei familiari con una media per nucleo familiare di 2,66 componenti.

Istat 31.12.2009/1.1.2010
Al 31.1.2009 la popolazione è pari a  2.250 abitanti, con una variazione percentuale in meno rispetto al:
•    1991 del  -25,40% (-1,34% annuo);
•    2001 del  -  7,14% (-0,79% annuo);
Gli abitanti sono distribuiti in 898 nuclei familiari (-13 sul 2001) con una media per nucleo familiare di 2,51 componenti      ( diff.media per nucleo familiare - 0,15 sul 2001). 

Si evidenzia, per completezza statistica, che:
Il 2009, rispetto al 2008, ha registrato un decremento demografico del -0,97%, su base annua e del -0.08% su base mensile. Infatti, al:
•    2008 la popolazione era pari a 2.272 abitanti.

Ma,vediamo nel dettaglio:


Confronto anno 2009 ( Istat 1.1.10) con censimenti 1991 e 2001 e 2008
periodo indica anni rifer. abitanti anno…...
a abitanti Anno (in neretto) abit. in% base 100 (+-) in % anni* %xanno
1991/2010* 3016 2250 74,60 100 -25,40 19 -1,34
1991/2001 3016 2423 80,34 100 -19,66 10 -1,97
2001/2010* 2423 2250 92,86 100 -7,14 9 -0,79





% annuo
mesi % mensile
2008/2009 2272 2250 99,03 100 -0,97 12 -0,08
Nota:*i dati 2010 sono quelli ISTAT al 1.1.2010, quindi, anno 2009
*Anni: Tra 1991-2009 = anni 19; Tra 1991 e 2001 = anni 10; Tra 2008 e 2009= mesi 12

.
ECONOMIA


La silvicoltura: boschi di castagno  e querce la fanno da padroni con una ottima produzione di legname.

L’agricoltura: I prodotti dell'agricoltura  esaltano Platania per la sua offerta tipica di montagna: funghi e castagne, mentre fagiolini,pomodori,fichi ed uva (fragola) ed ortaggi vari si offrono in tutta la loro fragranza genuina e dalla freschezza singolare.Sembra siano di sapore diverso, specialmente, fichi, pomodori ed uva fragola, in gergo chiamati "di montagna".Provare per credere,ma così è!

Al 2010 l'agricoltura di Platania operava con: 87 aziende; 105 lavoratori assunti a tempo determinato, e 10.333 giornate denunciate all'INPS.

Nel censimento 2000/2001
gli ettari coltivati totali erano pari a H.1.395,55 di cui:

a)conduzione diretta del coldiretto:H.1.163,67 (così ripartiti:con solo mano d'opera familiare: H.676,44; con mano d'opera prevalentemente familiare: H.156,2; con mano d'opera extra familiare:H.330,83);

b)conduzione
senza il coldiretto: H.231,88. Come si vede, prevale, e per il 83,38%,la conduzione del coldiretto con H.1.163,67 su complessivi H.1.398,55 coltivati.La superfice complessiva del territorio è, invece, di 2.464 ettari.
Economia

Turismo:
Ottima è l’offerta turistica in uno con il paesaggio, con ristoranti-alberghi accoglienti ed immersi nel verde dei boschi con prodotti genuini locali:

-Un villaggio turistico attrezzato,la "A Giurranda"(nella foto) in località Acquavona, dove la cucina,originale nel suo genere, si coniuga con le attività sportive e tempo libero,mentre il soggiorno vacanza è in tipiche casette in legno autonome dal contesto alberghiero;

-Casa Nazareth di Villa Rosa, in località Acquavona.Un'oasi dello spirito gestito dalle suore, maggormente ospitale per quanti vogliono coniugare lo "spirito" con la vacanza. E',infatti, una casa di esercizi spirituali;

-una struttura  al servizio dei giovani, la "Domus Bethaniae" in località Colle Zingari, della Diocesi di Lamezia Terme, che per la sua particolare architettura si intravede dalla Piana appena si esce dall'autostrada perchè ubicata nella parte alta della montagna ad est del Reventino, 1200 mt. di altitudine;

-il Bellavista, in località Boscaino,altro ristorante albergo pieno di fascino, il cui nome vuole indicare la paesaggistica che sa offrire.


Strutture che favoriscomo la scelta secondo le esigenze del turista,mentre il paesaggio, l'aria salubre,le fontane,i prodotti tipici dell'agricoltura, l'ospitalità degli abitanti, sereni nei loro modelli comportamentali e laboriosi nel " facere", invitano a visitare e scegliere Platania per le vacanze, la cui offerta turistica viene  completata da:

Sagra del fungo

Interessante per il suo genere e che trova l'interesse vista la presenza di pubblico che fa registrare anno dopo anno.

I mulini:

Essi  sono dislocati lungo il pendio dei torrenti. La loro architettura del tempo testimonia un'attività consistente di molitura. Sono tanti, tantissimi  lungo le pendici che portano a Nicastro. Ne citiamo alcuni:Mulino Bufera, Mulino Perri, Mulino Torchia, Mulino Veraldi, Mulino Costanzo, Mulino Fragale ecc.ecc.

Ma vediamo i settori  e le lavorazioni presenti ad aprile 2011 in Platania,mentre ci riserviamo di conoscere e far conoscere i protagonisti per un cammino di sviluppo endogeno della cittadina mirato e sinergico.

SETTORI ECONOMICI OPERANTI NEL COMUNE AD APRILE 2011
ATTIVITA' AZIENDE DIPENDENTI
TOTALE INDUSTRIA DI TRASPORTO 1 6
TOTALE INDUSTRIA 1 6
TOTALE ARTIGIANATO DI PRODUZIONE 1 2
TOTALE ARTIGIANATO DI TRASPORTO 1 7
TOTALE ARTIGIANATO EDILE 6 9
TOTALE ARTIGIANATO DI SERVIZIO 1 1
TOTALE ARTIGIANATO 9 19
TOTALE TERZIARIO: COMMERCIO AL DETTAGLIO 2 2
TOTALE TERZIARIO DI SERVIZIO 2 1
TOTALE TERZIARIO: PUBBLICI ESERCIZI 3 5
TOTALE TERZIARIO TUTTO 7 8
TOTALE DI TUTTI I SETTORI 17 33

.

Ricerca su popolazione, economia ed occupazione.

.

Popolazione rilevata da censimento 1991-2001 ed iscritta all'anagrafe al 1/1/10 Pop.resid. al 1/1/2010 per sesso Territorio Densità
Popolazione Variazioni al Popolazione Variazioni al 01/01/2010 Totale Maschi Totale Femmine Maschi+ Femmine superfice Abitativa
al 2001 su 1991 al su 1991 su 2001


per per
1991 2001 Diff. in % 01/01/2010 Diff. in % Diff. in %


Kmq Kmq
3016 2423 -19,66% 2250 -25,40% -7,14% 1099 1151 2250 24,6 91,46

Nella ricerca  il confronto tra i due censimenti del 1991 e 2001 e la popolazione residente al 1.1.10 secondo il rilevamento Istat di pari data.Essa evidenzia il decremento costante della popolazione di Platania rilevata il 1991 (3.016 abitanti): -19,66% con 2.423; -25,40% nel 2009 con 2.250 abitanti. Mentre, è pur vero, che il 2009 recupera sul 2001 essendo lo scarto del -7,14% L'analisi dettagliata in "ANALISI  MOVIMENTI ANAGRAFICI", a cui si rimanda, è chiarificatrice dei dati esposti.

Anno 2009: evoluzione demografica nei paesi ricadenti nel CPI di Lamezia Terme e nella Diocesi
Popolazione al 31/12/2008
Nati Morti Nati/Morti Saldo Diff. Iscritti / Cancellati Saldo Conviventi Popolazione al 31/12/2009.
F M Totale F M tot. F M tot. F M Tot. F M Tot. F M Tot. Femm. Maschi Totale
1167 1105 2272 7 13 20 19 14 33 -12 -1 -13 -4 -5 -9


1151 1099 2250

Si è voluto rilevare il fenomeno decremento della popolazione analizzando i dati demo tra due anni recenti,il 2008 ed il 2009.Continua il calo demografic,il 2008 (2.272 abitanti) ed il 2009 (2.250 abitanti).

Un -22 abitanti determinato dalla differenza tra di due saldi negativi:il saldo Nati/morti che registra un -13 ed il saldo Iscritti/cancellati all'anagrafe con un -9.

Continua costante il calo demografico degli del 2009 anche sul 2001,quando la popolazione era 2.423 e, tanto più, dall'altro censimento del 1991 con i suoi 3.016 abitanti.Certamente hanno influito l'emigrazione ed il tasferimento di cittadini alll'interno della regione e della stessa Lamezia Terme.

Una costante della periferia calabrese lasciata nell'abbandono che ha determinato l'esodo demografico che si rileva, mentre essa costituisce uno dei momenti trainanti del nostro turismo, potendosi coniugare con il mare, con l'agricoltura di montagna,l'artigianato tradizionale (legno-ferro).Non sono da meno i danni provocati al territorio che l'esodo determina.


Occorre operare in rete con tutti i Comuni dell'interland lametino, non isolarsi, mentre la Politica calabrese deve fare proprio

il concetto che la Calabria più bella, più ospitale  e dove il "Turismo", l'artigianato del legno e del ferro si esalta, è in periferia che vuole,chiede per questo, attenzione diversa da quella dell'oggi.

Questa nostra ricerca vuole favorire tutto questo perchè intende dare voce allo sviluppo endogeno presente nella periferia e non solo di Platania quella che stiamo raccontando,analizzandola in tutte le sue potenzialità.

Certamente,Lamezia non può chiamarsi fuori perchè  il suo apporto  è determinante purchè operi  in sinergia con l'interland e nella pari dignità per uno sviluppo comune dal turismo,all'artigianato,all'agricoltura.Non c'è sviluppo dei "Paesi" della Comunità Montana del Reventino e dei "Paesi" del versante tirrenico della Comunità di Fossa del Lupo senza Lamezia e viceversa.Lamezia Terme verrebbe meno al suo ruolo, le sue infrastrutture vanificate se dovesse ancora venire meno ad un ruolo ed ad una funzione  strategica che permette crescita e sviluppo.Fin'ora non è stata così, ma la crisi in atto ci impone di cambiare e svolgere con servizio il ruolo a cui ognuono di noi è chiamato e così scrivere una pagina di sviluppo nel servizio.

Ma occorre in questo una sana ambizione che raramente si trova è a volte non è sempre colpa dell'eletto, ma dell'elettore che chiede solo favori personali a cui l'eletto si adegua per " avere" il consenso. Un vero baratto ed in questo perde l'onesto,la società che opera nel civismo. Le Istituzioni, così svilite nel ruolo, diventano mezzo per raggiungere  finalità personali, ahimè utilizzando le risorse pubbliche. Questa è la degenerazione del diritto di voto e di rappresentanza: si  mina la democrazia. E' quello che sta accadendo oggi giorno a cui assistiamo impotenti.

2009 2001 2009/2001
Famiglie Abitanti Famiglie
Famiglie variazioni(+ -)
Numero Abitanti per Famiglia Numero Numero Abitanti
per famiglia
Numero Abitanti per Famiglia
898 2,51 2423 911 2,66 -13 -0,15

Così come per molti comuni calabresi anche per Platania il decremento demografico ha avuto riflessi negativi sul numero delle famiglie del paese: 911 nel 2001;898 nel 2009: ben 13 famiglie in meno, una media di abitanti per nucleo familiare di 2,51 componenti.Questi i dati rilevati.
======

Abbiamo ritenuto necessario a questo punto, entrare  nella "Popolazione" più da vicino, quasi ascoltarla per coglierne i bisogni, il suo apporto con il lavoro produttivo, per cui l'individuazione della popolazione "in attiva  e "non attiva" ovvero, in età di "lavoro e non", poi per fascia di età.La ricerca  demografica,così diventa più impegnata e tanto appassiona perchè aiuta la nostra finalità:contribuire allo sviluppo endogeno del territorio,Platania nella fattispespecie. Seguiamola:


POPOLAZIONE

popolazione attiva  e non attiva


Considerando due variabili, l'età e la situazione occupazionale, la popolazione viene classificata in:


Popolazione attiva
:

a) età: 16* -65 anni;

b) situazione occupazionale:occupata, disoccupata, inoccupata (ricerca di 1^occupazione) momentaneamente  impedita(ricoverati da meno di due anni in luoghi di cura e assistenza; detenuti in attesa di giudizio o condannati a pene inferiori a 5 anni);


Popolazione non attiva:
c) età: età diversa da 16*-65 anni;
d) situazione occupazionale: i pensionati;gli infermi e i ricoverati a tempo indeterminato in luoghi di cura e assistenza;gli inabili permanenti al lavoro; i condannati a pene di almeno 5 anni; i mendicanti e coloro che vivono di pubblica beneficenza.


*ETA' E OBBLIGO SCOLASTICO: l'art. 48, c. 8, L. 4.11.2010, n. 183 (c.d. Collegato Lavoro) ha stabilito che l'obbligo di istruzione (10 anni - art. 1, c. 662, L. 296/2006) può essere assolto anche attraverso l'apprendistato per l'espletamento del diritto dovere di istruzione e formazione (art. 48 D.Lgs. 276/2003). Occorre però un'intesa tra regioni - Ministero del lavoro - parti sociali (vedere l'intesa sottoscritta nella Regione Lombardia il 27.9.2010). Conseguentemente, l'età minima per l'ammissione al lavoro, nella predetta situazione, ritorna ad essere di 15 anni (anziché 16).


popolazione non attiva popolazione attiva popolazione attiva e non
Eta' Totale Femmine Totale Maschi Femmine + Maschi Totale Femmine Totale Maschi Femmine + Maschi Totale Femmine Totale Maschi Femmine + Maschi
0-3 anni 34 42 76





4-5 anni 23 21 44





6-10 anni 49 56 105





11-14 anni 43 42 85















15 anni 10 9 19















16-18 anni


39 43 82


19-29 anni


149 164 313


30-45 anni


250 234 484


45-65 anni


278 290 568


66-80 anni 179 143 322





81-100 e + 97 55 152





Totali 435 368 803 716 731 1447 1151 1099 2250

La ricerca effettuata è interessante perchè permette di conoscere gli abitanti di Platania per fascia di età, coglierne e valutarne le esigenze e le istanze indispensabili ad una programmazione mirata di sviluppo endogeno.Il concetto di consenso ampliato ad un più generale ascolto dei cittadini dei quali abbiamo incominciato a conoscere i bisogni tramite l'anagrafe e le fascie di età che pur numeri, non sono più freddi,ma parlano, dicono,impegnano, determinano l'operare dell'amministratore.Ma, occorre avere dentro "la sana ambizione" che esalta l'uomo politico e la Politica e che, per questo, E' con la Maiuscola.

Quell'Anagrafe comunale ci dice che in Platania:


- la popolazione attiva è pari a 1.447 abitanti, il 64,31% dell'intera popolazione (Femmine 716 ab. con il 31,82%; Maschi 731 con il 32,49%) di cui:16-18 anni con il 3,64%;19-29 anni con il 13,91%; 30-45 anni con il 21,51% e 46-65 anni, con il  25,24%.

-la popolazione non attiva, invece,è pari a 803 abitanti, il 35,69% della popolazione(Femmine 435 con il 19,33%-Maschi 368 ab. con il 16,36%), di cui la fascia tra  0 e 15 anni: 329 abitantii  con il 14,62%; 3^ età (66-80) e la 4^età (81-100+):474 abitanti. con il 21,07%.

La popolazione femminile (attiva e non) di Platania è pari a 1.151 abitanti,il 51,16% dell'intera popolazione;quella maschile è pari a 1.099 abitanti,il 48,84%. La popolazione femmnile prevale su quella maschile del +2,31% con 52 abitanti in più, un dato in sintonia con lo scenario demografico dei comuni calabresi.

INPS LT al 12-09 disponibilità anno 2009 presso il CPI di Lamezia Terme di inoccupati e disoccupati Platania
dati mod. dm 10 da 16 a 18 anni da 19 a 29 anni da 30 a 45 anni da 46 a 65 anni Totale Totali
Az/de Ass/ti D U Totale D U Totale D U Totale D U Totale D U D/U
12 28 4 6 10 72 48 120 91 64 155 48 72 120 215 190 405

I dati  rilevano la disponibilità al lavoro ed alle politiche attive date nel 2009 da residenti in Platania facenti parte della popolazione attiva del Comune (suddivisa per fascia di età) al Centro Impiego di Lamezia  Terme.(Link Dlvo 297/02 artt.1-2-3-4).

Indicano, altresì, le aziende operanti nel territorio comunale ed i dipendenti  assicurati dalle stesse presso l’Istituto previdenziale INPS nel mese di dicembre 2009 ( forza 12/09). Trattasi dell’occupazione legale perché denunciata presso l’Ente.


Perchè recarsi al Centro per l'impiego per dare la disponibilità?

Il lavoratore, inoccupato (ricerca di 1^occupazione) o disoccupato (lavoratore che ha perso il lavoro) per comprovare lo stato di disoccupazione deve rendersi disponibile  allo svolgimento di un’ attività lavorativa presso il Centro per l’Impiego presso cui ha il domicilio, nella fattispecie, Lamezia Terme.
Parimenti, e nel contempo,presenta un'autocertificazione attestante l'attività lavorativa precedentemente svolta (vedasi in Legge, Prassi, Interpelli: DGR 266/2007-D.1 e D.2.2).

Infatti, la condizione di disoccupato è un atto dichiarativo del lavoratore e non già un fatto accertativo del Centro per l'impiego, ed è cosa diversa dalle politiche attive del lavoro che scattano dalla data della disponibilità.ll CPI controllerà nei suoi archivi e/o dispone indagini,anche a campione, tramite il Servizio Ispettivo della DPL,per i lavoratori già autonomi,la veridicità della dichiarazione resa ai sensi e per gli effetti degli artt.46 e 47,DPR 445/2000 (DGR.266/2007-D1).

Dalla data della disponiblità, l'inoccupato o disoccupato, gode delle Politiche attive del lavoro secondo le modalita',gli obiettivi e gli indirizzi definiti dalla Regione Calabria annualmente (art.15 LR. 5R/01) ed offrendo almeno i seguenti interventi:

a) colloquio di orientamento entro tre mesi dall'inizio dello stato di disoccupazione;
b) proposta di adesione ad iniziative di inserimento lavorativo o di formazione o di riqualificazione professionale od altra misura che favorisca l'integrazione professionale:
1) nei confronti degli adolescenti, dei giovani e delle donne in cerca di reinserimento lavorativo, non oltre quattro mesi dall'inizio dello stato di disoccupazione;
2) nei confronti degli altri soggetti a rischio di disoccupazione di lunga durata, non oltre sei mesi dall'inizio dello stato di disoccupazione.

Tanto è dettato dalla legge di Riforma del Collocamento,  voluta  dal Consiglio di Europa che ne ha dettato i  4 pilastri (occupabilità, imprenditorialità, adattabilità delle imprese al mercato e pari opportunità),fatti propri dal legislatore nazionale che, sulle direttive comunitarie, ha posto la sua attenzione maggiore sul disoccupato di lunga durata, per poi  affidarla alle Regioni per l'adattabilità al territorio con proprie leggi regionali, in ossequio all'art.117 della Costituzione.Tra le Regioni: molte le virtuose, altre meno.La Calabria? Ha operato ed opera da Calabria.(Linck)

INPS LT al 12/09 Avviamenti presso CPI di Lamezia Terme  di inoccupati e disoccupati  di Platania
dati mod. dm 10 da 16 a 18 anni da 19 a 29 anni da 30 a 45 anni da 46 a 65 anni Totale Totali
Az/de Ass/ti D U Totale D U Totale D U Totale D U Totale D U D/U
12 28 0 1 1 32 37 69 107 55 162 108 67 175 247 160 407

I dati  rilevati sono relativi agli avviamenti al lavoro di inoccupati e disoccupati, stagisti  residenti in Platania,(suddivisi per fascia di età) che sono stati effettuati nel 2009 da parte delle aziende operanti nel Centro Impiego di Lamezia Terme  a cui si sommano le proposte occupazionali dello stesso Centro per l’Impiego che hanno dato luogo a rapporti di lavoro se fatte proprie dagli inoccupati e disoccupati di Platania (link dlvo 297/02 artt. 4-6-7).

Nei dati INPS, come già evidenziato, le aziende operanti nel territorio comunale  ed i dipendenti assicurati presso l’Istituto previdenziale nel mese di dicembre 2009 ( forza 12/09).Trattasi,si ribadisce,dell’occupazione legale perché denunciata presso l’Ente.

dicembre 2009: aziende ed occupati in Platania (Fonti INPS-dm10)
Totali Settori
Industria Artigianato Terziario Credito e Ass. Agricoltura con impiuegati
Aziende dipend. az. dip az. dip az. dip az. dip az. dip
12 28 1 2 7 19 4 7 0 0 0 0

I dati rilevati sono quelli dell'INPS con i settori produttivi presenti in Platania al dicembre 2009 (industria,artigianato,terziario ) ed i protagonisti: le aziende che vi operano  con sede nel territorio  del comune ed i dipendenti in forza al dicembre 2009  assicurati  e denunciati dalle stesse all’Istituto previdenziale.

Comune di Platania CENTRO IMPIEGO LAMEZIA TERME INPS dm 12/2009
iscritti all'anagrafe al 31/12/2009 disponibilità lav. anno 2009 avviamenti al lavoro anno 2009 aziende lav. assic/ti
Fascia età F M Totale F M Totale F M Totale

16-18 anni 39 43 82 4 6 10 0 1 1

19-29 anni 149 164 313 72 48 120 32 37 69

30-45 anni 250 234 484 91 64 155 107 55 162

46-65 anni 278 290 568 48 72 120 108 67 175











12 28
Totale 716 731 1447 215 190 405 247 160 407 12 28

Nella tabella un dato interessante che sfugge alle statistiche per dirci il vero, la realtà di un territorio, quello di  Platania   nel rapporto con le Istituzioni preposte all'occupazione.E' il bello della ricerca sul campo.

Essa, infatti, mette a confronto la popolazione attiva presente all’anagrafe comunale del paese, suddivisa per fascia di età, ed il suo “ approccio” con il Centro per l’Impiego di Lamezia Terme.


Lascia perplessi
, in particolare, il dato degli adolescenti (16-18 anni). Appena 10 di essi su 82 hanno dato allo stesso Centro la disponibilità  immediata allo svolgimento di un’attività lavorativa.
Per i giovani (estesi a 29 anni,età limite per l'apprendistato) la  disponibllità è del 38,34%, 120 su 313 iscritti all'anagrafe di cui 69 avviati al lavoro.

In tal modo adolescenti e giovani non possono avere i vantaggi voluti dal legislatore nazionale e dall’UE con le Politiche attive (formazione-riqualificazione/inserimento lavorativo).Non sono da meno gli altri vantaggi collegati alla condizione di dissoccupato/inoccupato che danno avvio alle incentivazioni contributive per gli imprenditori.Un'opportunirà per essere avviati al lavoro che non può essere banalizzata.

E’ una costante che si registra in tutti i paesi ricadenti nel Centro Impiego di Lamezia Terme, ma che si ripete in quello di Catanzaro e Soverato. Viene in tal modo meno,  anche, l’opportunità di fare incontrare concretanente "Mondo del Lavoro"  e "Mondo della Scuola" con gli studenti che, accompagnati dai Tutor del rispettivo Istituto  scolastico, avrebbero fatto le prime esperienze lavorative in azienda durante la pausa estiva (giugno/agosto) (Tirocini estivi scheda tecnica) e, quindi, aiutati nelle scelte professionali e nel contempo percepire i  rimborsi spese,( si ritiene a ragione come per l'Istituto dello Stage), max 600 euro al mese (Scheda Tecnica Stage). Tanto evidenzia che.... ( FARE LINK Analisi).

Da V°Censimento Agr.2000/2001: a)Aziende per forma di conduzione
CONDUZIONE DIRETTA DEL COLTIVATORE Conduzione Conduzione a colonia Altra forma di Totale
Con solo manodopera familiare Con manodopera familiare prevalente Con manodopera extrafamiliare prevalente Totale con salariati parziaria appoderata conduzione generale
395 33 83 511 4 ­
­
515

b) Superfice in ettari per conduzione

CONDUZIONE DIRETTA DEL COLTIVATORE Conduzione Conduzione a colonia Altra forma Totale
Con solo manodopera familiare Con manodopera familiare prevalente Con manodopera extrafamiliare prevalente Totale con salariati parziaria appoderata di conduzione generale
676,64 156,2 330,83 1.163,67 231,88 ­
­
1.395,55

La ricerca riporta i dati del censimento 2001 ed evidenzia quale conduzione ha l'agricoltura di Platania. Vedasi analisi dettagliata in ECONOMIA - Agricoltura, a cui si rimanda, perchè chiarificatrice dei dati esposti e dell'Agricoltura di       mentre si accompagnano dati  occupazionali aggiornati al 2010.

AGRICOLTURA ANNO 2010
( Fonte INPS)
N° AZIENDE NEL COMUNE N° LAVORATORI N° GIORNATE DENUNCIATE
87 105 10333

La ricerca rileva le aziende e l'occupazione nell'anno del 2010 dei braccianti a tempo determinato. Vedasi analisi dettagliata in ECONOMIA - Agricoltura, a cui si rimanda,  perchè chiarificatrice dei dati esposti e dell'agricoltura di Platania.

Redditi e contribuenti nel Comune di Platania
2009 2008 2005
contribuenti ammontare Reddito medio contribuenti ammontare Reddito medio contribuenti ammontare Reddito medio
676 11.315.854 16.739,43 657 10.787.950 16.420,02 640 8.547.967 13.356,20

Sono i dati reddituali dichiarati dai contribuenti di Platania così come comunicati dalle Finanze, ma che  sono  statistici perchè il reddito rilevato è rapportato al numero dei contribuenti dichiarant, vero è definito "reddito medio".

Last Updated Wednesday, 06 June 2012
< Previous Next >

Indice Comuni della Diocesi

User Login





No account yet? Create account

Syndicate

RSS 0.91
RSS 1.0
RSS 2.0
ATOM 0.3
OPML
Top