MIGLIERINA

Sunday, 13 March 2011


  • Sorge a: 500 metri s.l.m.;
  • Il territorio è compreso tra i: 150 e i 1.039 metri sul livello del mare;.
  • L'escursione altimetrica complessiva è pari a: 889 metri;.
  • Origine del nome: Deriva dal dialetto calabrese migliarina, una pianta erbacea che rovina il miglio (dal latino milium);
  • Denominazione Abitanti: miglierinesi;
  • Popolazione: 817 (M 374, F 443;Istat 1.1.10);
  • Superficie: 13,90 Kmq;
  • Densità abitativa:58,8 abitantiper Kmq;
  • Santo Patrono: Santa Lucia;
  • Festa Patronale: 13 dicembre
  • Fa parte di: Comunità Montana Monti Tiriolo-Reventino-Mancuso;Regione Agraria n. 5 - Collina dell'Amato
  • Confina con i Comuni di:Amato, Marcellinara, San Pietro Apostolo, Serrastretta, Tiriolo.
  • INPS:Via Crispi e Via Acri Catanzaro;
  • INAIL:VIa V.Veneto Catanzaro;
  • Centro Per l'Impiego:Corso Numistrano Lanezia Terme
  • Dista 24 chilometri da Catanzaro
  • Il Municipio è sito in: Via Telesio, tel. 0961-993041, fax. 0961-993238.

Codici:
  • CAP:88040;
  • Prefisso Telefonico:0961;
  • Codice Istat:079077;
  • Codice Catastale: F200



Centro storico
Palazzo Il centro storico riveste interesse perchè pieno di attrattiva con le sue costruzioni dal gusto architettonico,le viuzze, i sottopassi, mentre è, parimenti, suggestivo il viale che conduce alla Chiesa di S.Maria del Principio per i riferimenti d'arte posti ai suoi lati con allo sfondo quel luogo di culto  circondato da costruzioni che richiamano ad un passato storico della cittadina.

Esso si caratterizza, ancora, dai tetti in coppo e dall'uniformità del paesaggio anche se deturpato da qualche costruzione che non rende uniforme il paesaggio per un offerta turistica significativa.

Di particolare interesse le facciate delle abitazioni, di fronte alla Chiesa di S. Lucia,la cui architettura è rispettosa dell'antico, quel selciato in pietra ed ben lastricato; quei vasi di fiori dai colori forti e vivaci che fanno sfoggio  da finestre e balconi, mentre non meno interessante è quella fontana ornamentale detta  " La Fontanella" o se volete, perché più romantico, “Fontanella degli innamorati” e quella gradinata che permette di raggiungerla piena di vegetazione!


Palazzi
Sono da attenzionare Palazzo Don Nino;  Palazzo Scalzo;   Palazzo Torcia.

Monumenti
Monumento al "Tertio Millennio Adveniente"

Le Chiese
Chiesa di Santa Maria del Principio, o del Rosario;Chiesa di Santa Lucia

La Chiesa di S.Maria del Principio
(detta anche Rosario), dalla facciata sapientemente decorata ed il campanile che si erge al suo lato maestoso in una cornice suggestiva. L'interno è arricchito da  una navata artisticamente decorata e dal soffitto, particolarmente, curato, mentre completano: una fonte battesimale in marmo verde,le tele della Madonna del Carmine e da quella della Presentazione al Tempio di Gesù, le statue lignee della Madonna del Rosario,

Chiesa Santa Lucia Chiesa San Antonio di Padova
(La Chiesa parrocchiale di S. Lucia è il monumento più antico di Miglierina)


dell'Addolorata e di S.Antonio di Padova. E’ da visitare perchè sono tutti elementi artististici che elevano a Dio. Bellissimo,  si ripete, è il viale  che porta alla Chiesa:capolavori di architettonica che molti di noi non conoscono e che dobbiamo conoscere per farli assaporare ad amici e parenti vicini e lontani.

Chiesa di S. Lucia (nella foto),  antica perchè risale al 1650.Ottima la facciata con  a lato il campanile che completa una cornice architettonica semplice e che affascina, mentre si fa, ancora, ammirare la maestosità del suo interno  con decorazioni in stucco eseguite  nel 1812 da Domenico Secreto da Fiumefreddo, il battistero in marmo verde di Gimigliano che risale al 1711; le statue lignee di S. Pasquale e di San Francesco da Paola; il quadro della Madonna delle Grazie opera di un pittore locale Agostino Guzzi, i capitelli in stucco.


Interessanti il Palazzo prospiciente la Chiesa e le abitazioni circostanti con quelle viuzze ben lastricate.Miglierina è da visitare!

Nota: l’archivio parrocchiale risale al 1650,ma alcuni registri  e libri occorrerebbero di restauro.

ANALISI  MOVIMENTI ANAGRAFICI DI MIGLIERINA  (CENSIMENTI 1991- 2001 ED ISTAT  1.1.2010)

La popolazione nel censimento del:
•    1991 è pari a  1.096 abitanti.
•    2001 è, invece, pari a 912 abitanti,
mostrando quindi nel decennio 1991 - 2001 una variazione percentuale di abitanti in meno pari al -16,79% Gli abitanti sono distribuiti in 350 nuclei familiari con una media per nucleo familiare di 2,61 componenti.

Istat 31.12.2009/1.1.2010
Al  31.1.2.009 la popolazione è pari a  817 abitanti, con una variazione percentuale in meno rispetto al:
•    1991 del  -25,46% (-1,34% annuo);
•    2001 del  - 10,42% (-1,16% annuo);
Gli abitanti sono distribuiti in 326 nuclei familiari (-24 sul 2001) con una media per nucleo familiare di 2,51 componenti ( diff.media per nucleo familiare- 0,10 sul 2001). 

Si evidenzia, per completezza statistica, che:
Il 2009, rispetto al 2008, ha registrato un decremento demografico del -1,92%, su  base annua del -0.16% su base mensile. Infatti, al:
•    2008 la popolazione era pari a 833 abitanti.

Ma,vediamo nel dettaglio:

Confronto anno 2009 ( Istat 1.1.10) con censimenti 1991 e 2001 e 2008
periodo indica anni rifer. abitanti anno…...
a abitanti Anno…(in neretto) abit. in% base 100 (+-) in % anni* %xanno
1991/2010* 1096 817 74,54 100 -25,46 19 -1,34
1991/2001 1096 912 83,21 100 -16,79 10 -1,68
2001/2010* 912 817 89,58 100 -10,42 9 -1,16





%annuo
mesi %mensile
2008/2009 833 817 98,08 100 -1,92 12 -0,16
Nota:*i dati 2010 sono quelli ISTAT al 1.1.2010, quindi, anno 2009
*Anni: Tra 1991-2009 = anni 19; Tra 1991 e 2001 = anni 10; Tra 2008 e 2009= mesi 12


ECONOMIA


L’economia risente molto, subendola, l’emigrazione.Molti suoi cittadini sono,infatti, emigranti, ma esistono potenzialità che possono avviare la svolta,occorre individuarle, così come stiamo facendo, e metterle insieme per uno sviluppo endogeno che sappia interagire, innanzitutto, con i comuni limitrofi,quindi,con il lametino e con Lamezia Terme e  le sue infrastrutture, in particolare. Nel nostro dire Lamezia ritorna sempre con in un "ritornello".

Perchè la "città della piana" può e deve costituire volano di  sviluppo per tutto l'interland se ritrova  se stessa, se si mette al servizio con un operare sinergico  e strategico. Fin'ora non è stato così, ma non è mai troppo tardi, peraltro, oggi è la crisi che ci chiede di mettere a frutto tutte le nostre risorse e potenzialità con una progettualità comune.


Certamente, gli uomini dalla sana ambizione non mancano occorre non metterli in disparte e permettere loro di collaborare.

Non fu diverso per "i due fanciulli" di Giovanni Pascoli, dinanzi alle ombre della sera e della  notte che  emergono.Istintivamente si riavvicinano e si abbracciano nel sonno, a sancire una serenità magicamente ricostruita " L'uno si volse, e l'altro ancor, leggero:-nel buio udì l'un cuore, non lontano-il calpestìo dell'altro passeggero"..
-. I due fratelli sono simbolo dell'umanità, invitata dal poeta ad ascoltare la bontà istintiva della natura ed incline alla pace: la pace tra gli uomini e l'emergere della loro umanità.Non deve essere diverso il nostro modello comportamentale per dare risposte alla crisi, la quale deve vederci uniti e sinergici, cosi' come."....dopo breve ora, tacita, pian piano,-venne la madre, ed esplorò col lume-velato un poco dalla rosea mano.-guardò sospesa; e buoni oltre il costume-dormir li vide, l'uno all'altro stretto-con le sue bianche aluccie senza piume;e rincalzò, con un sorriso, il letto." Insieme si può!

La silvicultura

La silvicultura è una  delle potenzialità di Miglierina  per la presenza dei boschi di cerri di Monte Portella, di Mantelli,Pietracupa i prodotti del bosco e del sottobosco costituiscono offerta ecnomica.I pascoli presenti favoriscono la pastorizia e con essa la produzione di formaggi.

L'agricoltura
L'agricoltura è quella tipica delle nostre colline:ortaggi, fagiolini e pomodori,uve,olive,fichi.


Al 2010 essa operava con: 17 aziende; 36 lavoratori assunti a tempo determinato, e 3.792 giornate denunciate all'INPS.

Nel censimento 2000/2001
gli ettari coltivati totali erano pari a 1227,63 di cui:

a)conduzione diretta del coldiretto:H.586,43 (così ripartiti:con solo mano d'opera familiare: H. 283,2; con mano d'opera prevalentemente familiare: H.149,83; con mano d'opera extra familiare:H.133,43;

b)conduzione senza il coldiretto: H.661,17 (così riparti:con salariati:H.661,17;altra forma 0,00; a colonia:0.00 Come si vedela conduzione del coldiretto è solo del 46,14%, mentre quella  imprenditoriale che ricorre a salariati, è pari al 53,86%.

Turismo
torrente


Le offerte turistiche

Le sponde del fiume Amato costituiscono una risorsa vuoi perchè  invitano a risalirlo alla sorgente scoprendone i segreti, vuoi perchè rendono possibile rivisitare quell'archeologia industriale che dava vita nel tempo alla trasformazione del grano, i mulini, che non sarebbe male ripristinare e riconverterli in posti di ristoro dalle vecchie usanze culinarie.Il paesaggio agreste è pieno di attrattiva che avvolge nella sua semplicità che riporta al passato.

Non sono da meno:

-l'Area attrezzata di Monte Portella (m.1040) con il il suo secolare cerreto;
-l'ostello della gioventù;

-la "Pigliata" una rappresentazione sacra che si mette in scena il Venerdì Santo.
-i Mulini: degni di menzione sono in località Finochi e località Corvo,mentre è ridotto a rudere quello in località Rajaniti.


RICERCA SU POPOLAZIONE,ECONOMIA E OCCUPAZIONE

Popolazione rilevata da censimento 1991-2001 ed iscritta all'anagrafe al 1/1/10 Pop.resid. al 1/1/2010 per sesso Territorio Densità
Popolazione Variazioni al 2001 su 1991 Popolazione al 01/01/2010 Variazioni al 01/01/2010 Totale Maschi Totale Femmine Maschi+ Femmine superfice per kmq Abitativa per kmq
al

su 1991 su 2001




1991 2001 Diff. in %
Diff. in % Diff. in %




1096 912 -16,79% 817 -25,46% -10,42% 374 443 817 13,9 58,78

Nella ricerca effettuata il confronto tra il censimento del 1991 e 2001 e dati Istat 1.1.10 si registra il decremento costante della popolazione di Miglierina dal censimento del 1991 con i suoi 1.096 abitanti, al 2001 con 912 e -16,97%, ai dati Istat 1.1.10 con 817 abitanti e -25,46%. Positivo è il  dato   forbice del 2009 ( dati 1.1.10.) con il 2001 perchè la forbice si riduce al -10,42%. Il calo incomincia ad essere contenuto. L'analisi dettagliata in "ANALISI  MOVIMENTI ANAGRAFICI", a cui si rimanda, è chiarificatrice dei dati esposti.

Anno 2009: evoluzione demografica nei paesi ricadenti nel CPI di Lamezia Terme e nella Diocesi:Miglierina
Popolazione al 31/12/2008
Nati Morti Nati/Morti Saldo Diff. Iscritti / Cancellati Saldo Conviventi Popolazione al 31/12/2009.
F M Totale F M tot. F M tot. F M Tot. F M Tot. F M Tot. Femm. Maschi Totale
446 387 833 3 0 3 5 5 10 -2 -5 -7 -1 -8 -9


443 374 817

Si è voluto rilevare  il fenomeno decremento della popolazione analizzando i dati demo tra due anni recenti,il 2008 ed il 2009.Continua il calo demografico. Infatti troviamo: 833 abitanti nel 2008 e 817 nel 2009 con un -16 determinato dal saldo negativo Iscritti/cancellati ed con un -9 del saldo Nati/morti con un -7.


Entrando nel dettaglio:si erano iscritti all'anagrafe, provenienti da altri comuni, 8 nuovi abitanti (F.6-M.2),ma si erano parimenti cancellati 17 abitanti di cui: per  spostamento in altri comuni di 13 abitanti (F.6-M.7), a cui si aggiungono 4 abitati (F.1-M.3) emigrati all'estero.Operando il saldo tra iscritti e cancellati dei vari sessi risultano iscritti all'anagrafe in meno: 1 abitante di sesso femminile e 8 di sesso maschile, mentre abbiamo tre nati e 10 morti con un -7.

Ma, preoccupa il fatto che la percentuale di decremento del 2009 sul 2008 si attesta al -1,92% mentre (sempre il 2009)   era del -1.16% sul  2001 e del -1.34% sul 1991.Un incremento, ma di un dato negativo.

2009 2001 2009/2001
Famiglie Abitanti Famiglie
Famiglie variazioni(+ -)
Numero Abitanti per Famiglia Numero Numero Abitanti
per famiglia
Numero Abitanti per Famiglia
326 2,51 912 350 2,61 -24 -0,10

Così come per molti comuni calabresi anche per Miglierina il decremento demografico ha avuto riflessi negativi sul numero delle famiglie del paese: 350 nel 2001; 326 nel 2009: ben 24 famiglie in meno. Il numero dei componenti per famiglia passano da 2.61 del 2001 a 2,51 del 2009 con un -0,10 del 2009 sul 2001.Questi i dati rilevati.

======

Abbiamo ritenuto necessario a questo punto, entrare  nella "Popolazione" più da vicino, quasi ascoltarla per coglierne i bisogni, il suo apporto con il lavoro produttivo, per cui l'individuazione della popolazione "in attiva  e "non attiva" ovvero, in età di "lavoro e non", poi per fascia di età.La ricerca  demografica,così diventa più impegnata e tanto appassiona perchè aiuta la nostra finalità:contribuire allo sviluppo endogeno del territorio, Miglierina  nella fattispespecie. Seguiamola:



POPOLAZIONE

popolazione attiva  e non attiva


Considerando due variabili, l'età e la situazione occupazionale, la popolazione viene classificata in:


Popolazione attiva
:

a) età: 16* -65 anni;

b) situazione occupazionale: occupata, disoccupata, inoccupata (ricerca di 1^occupazione) momentaneamente  impedita (ricoverati da meno di due anni in luoghi di cura e assistenza; detenuti in attesa di giudizio o condannati a pene inferiori a 5 anni);


Popolazione non attiva:
c)
età: età diversa da 16*-65 anni;
d) situazione occupazionale: i pensionati;gli infermi e i ricoverati a tempo indeterminato in luoghi di cura e assistenza;gli inabili permanenti al lavoro; i condannati a pene di almeno 5 anni; i mendicanti e coloro che vivono di pubblica beneficenza.


*ETA' E OBBLIGO SCOLASTICO: l'art. 48, c. 8, L. 4.11.2010, n. 183 (c.d. Collegato Lavoro) ha stabilito che l'obbligo di istruzione (10 anni - art. 1, c. 662, L. 296/2006) può essere assolto anche attraverso l'apprendistato per l'espletamento del diritto dovere di istruzione e formazione (art. 48 D.Lgs. 276/2003). Occorre però un'intesa tra regioni - Ministero del lavoro - parti sociali (vedere l'intesa sottoscritta nella Regione Lombardia il 27.9.2010). Conseguentemente, l'età minima per l'ammissione al lavoro, nella predetta situazione, ritorna ad essere di 15 anni (anziché 16).


popolazione non attiva popolazione attiva popolazione attiva e non
Eta' Totale Femmine Totale Maschi Femmine + Maschi Totale Femmine Totale Maschi Femmine + Maschi Totale Femmine Totale Maschi Femmine + Maschi
0-3 anni 16 7 23





4-5 anni 9 6 15





6-10 anni 24 15 39





11-14 anni 12 14 26















15 anni 6 2 8















16-18 anni


16 15 31


19-29 anni


55 64 119


30-45 anni


85 83 168


45-65 anni


98 112 210


66-80 anni 79 35 114





81-100 e + 43 21 64





Totali 189 100 289 254 274 528 443 374 817

La ricerca effettuata è interessante perchè permette di conoscere gli abitanti di Miglierina per fascia di età, coglierne e valutarne le esigenze e le istanze indispensabili ad una programmazione mirata di sviluppo endogeno.Il concetto di consenso ampliato ad un più generale ascolto dei cittadini dei quali abbiamo incominciato a conoscere i bisogni tramite l'anagrafe e le fascie di età che pur numeri, non sono più freddi,ma parlano, dicono, impegnano, determinano l'operare dell'amministratore. Ma, occorre avere dentro "la sana ambizione" che esalta l'uomo politico e la Politica e che, per questo, E' con la Maiuscola.

Quell'Anagrafe comunale ci dice che in Miglierina:

-la popolazione attiva è pari a  528 abitanti, il 64,63% della stessa popolazione(Femmine 254 con il 31,09%; Maschi 274 con il 33,54%), di cui:16-18 anni con il 3,79 %; 19-29 anni con il 14,57%; 30-45 anni con il  20,56% e 46-65 anni, con il 25,7% ;


-la popolazione non attiva
, invece,è pari a 289 abitanti, il 35,37% della popolazione (Femmine 189 con il 23,13%; Maschi 100 con il 12,24%), di cui la fascia tra 0-15 anni pari a 121 abitanti con il 14,81%; 3^età (66-80) e 4^ età (81-100+) 168 abitanti, con il 20,56%.

INPS CZ al 12-09 disponibilità anno 2009 presso il CPI di Lamezia Terme di inoccupati e disoccupati  di Miglierina
dati mod. dm 10 da 16 a 18 anni da 19 a 29 anni da 30 a 45 anni da 46 a 65 anni Totale Totali
Az/de Ass/ti D U Totale D U Totale D U Totale D U Totale D U D/U
3 4
1 1 12 17 29 20 17 37 14 20 34 46 55 101

I dati  rilevano la disponibilità al lavoro ed alle politiche attive date nel 2009 da residenti in Miglierina facenti parte della popolazione attiva del Comune (suddivisa per fascia di età) al Centro Impiego di Lamezia Terme.(Link Dlvo 297/02 artt.1-2-3-4).

Indicano, altresì, le aziende operanti nel territorio comunale ed i dipendenti  assicurati dalle stesse presso l’Istituto previdenziale INPS nel mese di dicembre 2009 ( forza 12/09). Trattasi dell’occupazione legale perché denunciata presso l’Ente.

Perchè recarsi al Centro per l'impiego per dare la disponibilità?

Il lavoratore, inoccupato (ricerca di 1^occupazione) o disoccupato (lavoratore che ha perso il lavoro) per comprovare lo stato di disoccupazione deve rendersi disponibile  allo svolgimento di un’ attività lavorativa presso il Centro per l’Impiego presso cui ha il domicilio, nella fattispecie, Lamezia Terme.

Parimenti, e nel contempo,presenta un'autocertificazione attestante l'attività lavorativa precedentemente svolta (vedasi in Legge, Prassi, Interpelli: DGR 266/2007-D.1 e D.2.2).

Infatti, la condizione di disoccupato è un atto dichiarativo del lavoratore e non già un fatto accertativo del Centro per l'impiego, ed è cosa diversa dalle politiche attive del lavoro che scattano dalla data della disponibilità.ll CPI controllerà nei suoi archivi e/o dispone indagini,anche a campione, tramite il Servizio Ispettivo della DPL,per i lavoratori già autonomi,la veridicità della dichiarazione resa ai sensi e per gli effetti degli artt.46 e 47,DPR 445/2000 (DGR.266/2007-D1).

Dalla data della disponiblità, l'inoccupato o disoccupato, gode delle Politiche attive del lavoro secondo le modalita', gli obiettivi e gli indirizzi definiti dalla Regione Calabria annualmente (art.15 LR. 5R/01) ed offrendo almeno i seguenti interventi:

a) colloquio di orientamento entro tre mesi dall'inizio dello stato di disoccupazione;
b) proposta di adesione ad iniziative di inserimento lavorativo o di formazione o di riqualificazione professionale od altra misura che favorisca l'integrazione professionale:
1) nei confronti degli adolescenti, dei giovani e delle donne in cerca di reinserimento lavorativo, non oltre quattro mesi dall'inizio dello stato di disoccupazione;
2) nei confronti degli altri soggetti a rischio di disoccupazione di lunga durata, non oltre sei mesi dall'inizio dello stato di disoccupazione.

Tanto è dettato dalla legge di Riforma del Collocamento,  voluta  dal Consiglio di Europa che ne ha dettato i  4 pilastri (occupabilità, imprenditorialità, adattabilità  delle imprese al mercato e pari opportunità),fatti propri dal legislatore nazionale che, sulle direttive comunitarie, ha posto la sua attenzione maggiore sul disoccupato di lunga durata, per poi  affidarlo alle Regioni per l'adattabilità al territorio con proprie leggi regionali, in ossequio all'art.117 della Costituzione.Tra le Regioni: molte le virtuose, altre meno.La Calabria? Ha operato ed opera da Calabria.(Linck)

INPS CZ al 12/09 avviamenti presso CPI di Lamezia Terme di inoccupati e disoccupati di Miglierina
dati mod. dm 10 da 16 a 18 anni da 19 a 29 anni da 30 a 45 anni da 46 a 65 anni Totale Totali
Az/de Ass/ti D U Totale D U Totale D U Totale D U Totale D U D/U
3 4 0 0 0 7 17 24 25 22 47 32 31 63 64 70 134

I dati  rilevati sono relativi agli avviamenti al lavoro di inoccupati e disoccupati, stagisti  residenti in Miglierina,suddivisi per fascia di età, che sono stati effettuati nel 2009 da parte delle aziende operanti nel Centro Impiego di Lamezia Terme  a cui si sommano le proposte occupazionali dello stesso Centro per l’Impiego che hanno dato luogo a rapporti di lavoro se fatte proprie dagli inoccupati e disoccupati  interessati e residenti in Miglierina (link dlvo 297/02 artt. 4-6-7).


Nei dati INPS, come già evidenziato, le aziende operanti nel territorio comunale  ed i dipendenti assicurati presso l’Istituto previdenziale nel mese di dicembre 2009 ( forza 12/09).Trattasi,si ribadisce, dell’occupazione legale perché denunciata presso l’Ente.

dicembre 2009: aziende ed occupati in Miglierina (Fonti INPS-dm10)
INPS CATANZARO
Settori
Totali Industria Artigianato Terziario Credito e Ass. Agricoltura con imp.
Aziende dipend. az. dip az. dip az. dip az. dip az. dip
3 4 1 1 1 2 1 1 0 0 0 0

I dati rilevati sono quelli dell'INPS con i settori produttivi presenti in Miglierina al dicembre 2009 (industria, artigianato,terziario ) ed i protagonisti: le  aziende che vi operano  con sede nel territorio  del comune ed i dipendenti in forza al dicembre 2009 assicurati  e denunciati dalle stesse all’Istituto previdenziale.

Comune di Miglierina Centro Impiego Lamezia INPS dm 12/2009
iscritti all'anagrafe al 31/12/2009 disponibilità lav. anno 2009 avviamenti al lavoro anno 2009 aziende lav. assic/ti
Fascia età F M Totale F M Totale F M Totale

16-18 anni 16 15 31 0 1 1 0 0 0

19-29 anni 55 64 119 12 17 29 7 17 24

30-45 anni 85 83 168 20 17 37 25 22 47

46-65 anni 98 112 210 14 20 34 32 31 63











3 4
Totale 254 274 528 46 55 101 64 70 134 3 4

Nella tabella un dato interessante che sfugge alle statistiche per dirci il vero, la realtà di un territorio, quello di Miglierina nel rapporto con le Istituzioni preposte all'occupazione.E' il bello della ricerca sul campo. Essa, infatti, mette a confronto la popolazione attiva presente all’anagrafe comunale del paese, suddivisa per fascia di età, ed il suo “ approccio” con il Centro per l’Impiego di Lamezia Terme.


Lascia perplessi,
in particolare, il dato degli adolescenti (16-18 anni). Appena 1 di essi su 31 hanno dato allo stesso Centro la disponibilità  immediata allo svolgimento di un’attività lavorativa.

Non è diverso per i giovani
(estesi a 29 anni, età limite per l'apprendistato) la cui disponibllità è di 29 su119 iscritti all'anagrafe.

In tal modo adolescenti e giovani non possono avere i vantaggi voluti dal legislatore nazionale e dall’UE con le Politiche attive (formazione-riqualificazione/inserimento lavorativo).Non sono da meno gli altri vantaggi collegati alla condizione di dissoccupato/inoccupato che danno avvio alle incentivazioni contributive per gli imprenditori.Un'opportunirà per essere avviati al lavoro che non può essere banalizzata.

E’ una costante che si registra in tutti i paesi ricadenti nel Centro Impiego di Lamezia Terme, ma che si ripete in quello di Catanzaro e Soverato. Viene in tal modo meno, anche, l’opportunità di fare incontrare concretanente "Mondo del Lavoro"  e "Mondo della Scuola" con gli studenti che, accompagnati dai Tutor del rispettivo Istituto scolastico, avrebbero fatto le prime esperienze lavorative in azienda durante la pausa estiva (giugno/agosto) (Tirocini estivi scheda tecnica) e, quindi, aiutati nelle scelte professionali e nel contempo percepire i  rimborsi spese,( si ritiene a ragione come per l'Istituto dello Stage), max 600 euro al mese (Scheda Tecnica Stage). Tanto evidenzia che ( FARE LINK Analisi):

.

Da V°Censimento Agr.2000/2001: a)Aziende per forma di conduzione

CONDUZIONE DIRETTA DEL COLTIVATORE Conduzione Conduzione a colonia Altra forma di Totale
Con solo manodopera familiare Con manodopera familiare prevalente Con manodopera extrafamiliare prevalente Totale con salariati parziaria appoderata conduzione generale
79 29 25 133 11 ­
­
144
b) Superfice in ettari per conduzione
CONDUZIONE DIRETTA DEL COLTIVATORE Conduzione Conduzione a colonia Altra forma Totale
Con solo manodopera familiare Con manodopera familiare prevalente Con manodopera extrafamiliare prevalente Totale con salariati parziaria appoderata di conduzione generale
283,2 149,83 133,43 566,46 661,17 ­
­
1.227,63

La ricerca riporta i dati del censimento 2001 ed evidenzia quale conduzione ha l'agricoltura di Miglierina.Essa è al 100 a conduzione del coldiretto. Vedasi analisi dettagliata in ECONOMIA - Agricoltura, a cui si rimanda, perchè chiarificatrice dei dati esposti e dell'Agricoltura di Miglierina, mentre si accompagnano dati  occupazionali aggiornati al 2010.

AGRICOLTURA ANNO 2010
( Fonte INPS)
N° AZIENDE NEL COMUNE N° LAVORATORI N° GIORNATE DENUNCIATE
17 36 3792

La ricerca rileva le aziende e l'occupazione nell'anno del 2010 dei braccianti a tempo determinato. Vedasi analisi dettagliata in ECONOMIA - Agricoltura, a cui si rimanda,  perchè chiarificatrice dei dati esposti e dell'agricoltura di Miglierina

Redditi e contribuenti nel Comune di Miglierina
2009 2008 2005
contribuenti ammontare Reddito medio contribuenti ammontare Reddito medio contribuenti ammontare Reddito medio
309 4.890.715 15.827,56 313 4.653.796 14.868,36 297 3.851.396 12.967,66

Sono i dati reddituali dichiarati dai contribuenti di Miglierina così come comunicati dalle Finanze, ma che  sono  statistici perchè il reddito rilevato è rapportato al numero dei contribuenti dichiaranti, vero è definito "reddito medio".

Last Updated Wednesday, 23 May 2012
< Previous Next >

Indice Comuni della Diocesi

User Login





No account yet? Create account

Syndicate

RSS 0.91
RSS 1.0
RSS 2.0
ATOM 0.3
OPML
Top