DECOLLATURA

Sunday, 13 March 2011



  • Sorge a: 772 metri s.l.m.;
  • Il territorio del comune è compreso tra: i 663 e i 1.366 mt s.l.m;
  • Escursione altimetrica complessiva è pari a: 703 metri;
  • Deriva il suo nome: dal verbo latino "decollare", ossia decapitare riferendosi ad un disboscamento della zona. Poiché è menzionato anche con il nome di Collatura potrebbe derivare anche da "colle";
  • Denominazione Abitanti: decollaturesi;
  • Popolazione:3.304 (M.1.587-F.1.717;Istat 1.01.10);
  • Superficie: 50,35 Kmq;
  • Densità abitativa: 65,6 abitanti per Kmq;.
  • Santo Patrono: Madonna dell'Assunta;
  • Festa Patronale: 15 agosto;
  • Fa parte di: Comunità Montana Monti Tiriolo-Reventino-Mancuso: Regione Agraria n. 1 - Montagna del Reventino;
  • Frazioni e Località: Adami, Casenove, San Bernardo, Cerrisi, Tomaini;località: Praticello, Cianflone, Passaggio, Notarianni, Gesariello, Santa Maria, Carricella, Junci, Liardi, Pagliaia, Muraglie, Andrea Perri, Sottana, Bonacci, Cancello, Molini, Fosso, Orsi, Rizzi, Romano.
  • Definita da un suo figlio,Michele Tucci:La “Svizzera del Sud”;
  • INPS:Via Saverio D'Ippolito, Lamezia Terme;
  • INAIL:Via V.Veneto- Catanzaro;
  • Centro Per L'Impiego:Corso Numistrano, Lamezia Terme;
  • S.P.I.S.A.L.:Via S.T.Notaro (vecchio Ospedale) Lamezia Terme
  • Il Municipio è sito in: Piazza Perri 5, tel. 0968 61169, fax. 0968 61169.

Codici
  • CAP: 88041;
  • Prefisso Telefonico:0968;
  • Codice Istat:079043;
  • Codice Catastale: D261



panorama1


panorama2


Decollatura

I Centri comunali nevralgici

  • Tomaini.
  • San Bernardo,
  • Adami,
  • Casenove,
  • Cerrisi.

Il territorio comunale è costituito dall'insieme delle suddette località incastonate come perle tra le pendici del monte Reventino  e la ridente, rigogliosa  amena vallata con i suoi 772 metri sul livello del mare che, senza soluzione di continuità, ti danno il benvenuto.La sede comunale è posta a Casenove.

Ognuna  delle cinque  località ha la propria chiesa parrocchiale. Chiese,quasi tutte, costruite nella prima metà del XVIII secolo e  divenute parrocchie  nel biennio 1799-1801.

chiesa1 chiesa2



San Bernardo: Chiesa di San Bernardo, considerata la chiesa madre; Adami: Chiesa della Madonna del Carmine;Casenove: Chiesa della Madonna dell'Assunta;Cerrisi: Chiesa della Madonna Addolorata.

Decollatura  è un insieme di realtà che ravvivano ed animano un paesaggio rigoglioso e sempre verde "baciato" dal sole: Tomaini,San Bernardo, Casenove,Adami,Cerrisi.

Ottima la ricettevità, con alberghi e ristoranti variegati nell'offerta,mentre non manca l'eccellenza permettendo di coniugare giornate di studio e approfondimenti con soggiorni salutari e dinamici da vivere immersi in una natura incontaminata.

Cittadina dalle moltissime sfaccettature, piena di accoglienza che la puoi ammirare con un solo sguardo subito dopo aver varcato il passo di Acquavona, mentre ti accoglie, dandoti il benvenuto, la fontana ristoratrice di “Ponte Giallo” e la ridente Tomaini, meta estiva di molti professionisti "nicastresi"nel tempo.

Un fiore all’occhiello per il turismo calabrese insieme a Soveria Mannelli, Tiriolo, Curinga, Conflenti: riferimenti obbligati per il turista che visita l'interland lametino ed il Tirreno calabrese.

Decollatura, se recuperasse intero il fascino architettonico delle sue abitazioni dalle finestre  adornate con gerani e  fiori dai colori smaglianti, potrebbe competere nell’offerta turistica con i paesi della Valdaosta e del Trentino. La sua architettura merita una riflessiione perchè costituisce offerta  culturale cara all'ing. Mario Marasco, un figlio eccezionale di Decollatura che ama la sua Terra e la fa amare.


Architettura

architetturaNei Centri si possono, ancora, ammirare facciate dall'architettura tipica della Calabria, la cui muratura è relizzata con il tipico "rapillo": minuscole pietre pietre piatte esporgenti,murate di taglio che fanno da intonaco esterno alle abitazioni.
Gli scalini,le balconate ed i portali sono tutti in pietra del Reventino, lavorati e decorati da scalpellini locali. Le costruzioni sono addossate le une alle altre e risultano interrotte nella loro continuità da stretti e suggestivi vichi,l e "vinelle".


Un patrimonio rappresentativo di un paesaggio unico che si coniuga con la qualità della vita che la cittadina dai cinque volti, Decollatura, sa offrire.


PALAZZI e PORTALI

In tutto il territorio,palazzi ed edifici  si fanno ammirare per gli elementi costruttivi e architettonici.In particolare a:

  • Tomaini, che incontri mentre  scendi dalla ridente "Acquavona" e subito dopo la ristoratrice fontana di "Ponte Giallo", ti dà il benvenuto  con le sue case in pietra e dalle finestre finemente addobbate con vasi variamente coloriti e che trovi ai lati della nazionale. Poi, lasciando la sinuosa statale, vai giù, giù per quella stradina scoscesa, stretta tra  case dall’architettura tipica che si esalta nella Chiesa  dal campanile caratteristico per la sua arcitettonica, con a lato, sulla destra, l'oasi del Seminario che sembra vogliano frenare l'impeto imposto dalla  pendenza, mentre ti porta, in un battere d’occhio nel centro di San Bernardo;


  • San Bernardo: molte abitazioni ed edifici in pietra con preziosi portali  tra cui ,di maggior rilievo,Palazzo Castello Canflone.Accogliente la sua Chiesala del 1670 con portale ed elementi decorativi,mentre piena di fascino è la stazione con i suoi trenini delle Ferrovie della Calabro-Lucana,vivace il suo commercio;

  • Casenove: Palazzo Costanzo - Aragona, Casa Perri,il rione "Vinelle, con spazi tipici e caratteristici intervallati da ampie arcate", mentre di particolare interesse sono alcune facciate nella zona alta;

  • Adami : interessante è Palazzo Stocco e le case finemente costruite che trovi lungo la statale;

  • Cerrisi. Cerrisi suscita tanto fascino anche perchè Centro di formazione dell'Azione Cattolica degli anni '50 con Fedele Sponchia, una guida ed un maestro, i cui ideali di cattolico impegnato sono rimasti immutati nel tempo:lo trovi, così come allora, e tanto aiuta e motiva il percorso di cattolico e di cittadino insieme: oggi, come non mai, c'è bisogno di esempi. Cerrisi è pieno di attrattiva  con l’architettura della sua Chiesa, la sua facciata, il suo campanile che si fanno osservare, mentre contempli la piazzetta circostante, che occorre visitare; le sue abitazioni i Palazzi. Mentre  percorri la strada che ti riporta al fondo valle rigoglioso, pieno di ortaggi, depositi di raccolto di prodotti tipici sei,nuovamente, in Adami, Casenove,San Bernardo, Tomaini.


Un patrimonio che va difeso e tutelato restituendo all’attenzione del visitatore,anche quello  “oltraggiato” e  “imbrattato” dagli intonaci e che va riportato alla sua bellezza artistica per essere lettura del passato e  proposta turistica in un tutt’uno con l'ambiente montano in  cui è immersa  quell'ampia vallata che incanta mentre l'aria tersa, che respiri piacevolmente, ti dà stimoli e vigore, e così scorazzi senza fatica per le vallate,mentre guardi compiaciuto la gente dedita al lavoro dei campi.


CHIESE

  • Chiesa di San Bernardo;
  • Chiesa della Beata Vergine del Monte Carmelo;
  • Chiesa della Beata;
  • Vergine dei Sette Dolori;
  • Chiesa della Beata Maria SS. Assunta.

Molti  sono gli affreschi,  e non solo, nelle Chiese. Di particolare interesse e pregio artistico:
-nella Chiesa del Carmine in Adami:l'altare maggiore, l'acquasantiera,la statua lignea della Madonna del Bambino;
-nella Chiesa  di S.M.Assunta in Casenove:I’imponente facciata con il campanile (da stonacare), l'affresco della Beata Vergine Assunta,dipinto a tempera  a secco,statua lignea di S. Michele e edificata tra il 1740 ed il 1751;
-nella Chiesa di San Bernardo:La facciata  ed il portale con elementi decorativi della  edificata tra il 1668 ed il 1671.


In Cerrisi,
artistica è la Chiesa della B.V. dei Sette Dolori, costruita nel 1751 a tre navate:la sua facciata con l'imponente campanile,il soffitto della navata centrale a volta tutto sesto,adornata da tre pregevole tele raffiguranti scene della passione.L'abside è sormontata da una cupola barocca.


Museo e tempo libero
Interessante:il museo della "Terra Nostra" in Casenove,il palasport in località Cesariello, le aziende agrituristiche con alcune attrezzate a maneggio.

Il piatto leccornioso:

Antipasto di funghi;
Fettuccine con i funghi;

Secondi piatti di funghi;

Contorni: di funghI e patate.


ANALISI  MOVIMENTI ANAGRAFICI DI DECOLLATURA (CENSIMENTI  1991-2001 ED ISTAT  1.1.2010)

La popolazione nel censimento del:
•    1991 è pari a  3.617 abitanti.
•    2001 è, invece, pari a 3.489 abitanti,
mostrando quindi nel decennio 1991 - 2001 una variazione percentuale di abitanti in meno pari al -3,54% Gli abitanti sono distribuiti in 1.390 nuclei familiari con una media per nucleo familiare di 2,51 componenti.

Istat 31.12.2009/1.1.2010
Al 31.1.2009 la popolazione è pari a  3.304 abitanti, con una variazione percentuale in meno rispetto al:
•    1991 del  -8,65% (-0,46% annuo);
•    2001 del  -5,30% (-0,59% annuo);
Gli abitanti sono distribuiti in 1.408 nuclei familiari (+18 sul 2001) con una media per nucleo familiare di 2,35 componenti ( diff.media per nucleo familiare - 0,16 sul 2001). 

Si evidenzia, per completezza di ricerca, che:

Il 2009, rispetto al 2008, ha registrato un decremento demografico del -0,27%, su base annua e del -0.02% su base mensile.Infatti, al:
•    2008 la popolazione era pari a 3.313 abitanti.

Ma, vediamo nel dettaglio:

Confronto anno 2009 ( Istat 1.1.10) con censimenti 1991 e 2001 e 2008
periodo indica anni rifer. abitanti anno…... abitanti Anno…(in neretto) abit. in% base 100 (+-) in % anni* %xanno
1991/2010* 3617 3304 91,35 100 -8,65 19 -0,46
1991/2001 3617 3489 96,46 100 -3,54 10 -0,35
2001/2010* 3489 3304 94,70 100 -5,30 9 -0,59






mesi
2008/2009 3313 3304 99,73 100 -0,27 12 -0,02
Nota:*i dati 2010 sono quelli ISTAT al 1.1.2010, quindi, anno 2009
*Anni: Tra 1991-2009 = anni 19; Tra 1991 e 2001 = anni 10; Tra 2008 e 2009= mesi 12

.

ECONOMIA
Decollatura: La  “Svizzera del Sud"

Un lussureggiante ambiente montano con un ricco sottobosco dove primeggia il fungo porcino,viali alberati e sentieri di montagna fanno di Decollatura, la "Svizzera del Sud", come amava definirla il suo concittadino, il compianto Michele Tucci.Una ridente posizione la sua, tra il Monte Reventino e la Piccola Sila.

La Silvicoltura:

La sua economia per eccellenza è la silvicultura, sia naturalistica perchè i boschi sono tutelati allo stato naturale, sia agronomica con l'utizzo del legname e dei prodotti del sottobosco nel rispetto dell'equilibrio ecologico.

La maggior parte del territorio comunale è ricoperto da boschi, prevalentemente castagni e cerri; nelle zone più elevate sono presenti faggete, nelle più basse ontani e pioppi. Per cui il clima è montano, ricco di sorgenti. Un paesaggio stupendo a cui si è fortemente legati perché in Cerrisi e San Bernardo, i giovani dell'Azione Cattolica degli anni '50-'60 si sono forgiati e preparati al sociale nei principi della dottrina  della Chiesa quella che anima tanta ricerca volta ad individuare e potenziare lo sviluppo endogeno e con esso "costruire" premmese di affermazione sociale e di sviluppo.

Monte Castelluzzo,le Pendici di Monte Reventino,Monte Condrò con boschi di castagno, sorgenti, non solo costituiscono refrigerio, ma danno vita ad attività di trasformazione per aziende artigiane laboriose. I prodotti del bosco costituiscono, infatti,  un’importante fonte di reddito per Decollatura (legname e prodotti del sottobosco, soprattutto castagne e funghi porcini ecc). Per l'alto grado di naturalità i territori di Decollatura sono stati inseriti fra i siti del progetto Bioitaly, aree protette di interesse comunitario con codice SIC IT9330113.

I mulini,incastonati nel meraviglioso scenario completano il paesaggio montano richiamandoci alla laboriosità dell’attività di trasformazione del tempo.Si indicano: Mulino Tomaino, i Mulini in località Perri,ai “Mulina”ecc. che vanno inseriti negli itinerari turistici.

AGRICOLTURA
Splendida e fiorente è l'agricoltura con le sue coltivazioni tipiche della nostra montagna pre-silana.Ai prodotti del bosco e del sottobosco si aggiungono, così legumi e orto-frutta. Ma, la coltivazione principe è la "Patata", particolarmente, ricercata dal mercato per la sua fragranza unica:"la patata di Decollatura".

Al 2010 l'agricoltura operava con: 27 aziende; 53 lavoratori assunti a tempo determinato, e 4.988 giornate denunciate all'INPS.


Nel censimento 2000/2001 gli ettari coltivati totali erano pari a 1.475,71 di cui:

a)conduzione diretta del coldiretto:H.1.392,61(così ripartiti:con solo mano d'opera familiare: H. 1.249,08 con mano d'opera prevalentemente familiare: H. 136,303; con mano d'opera extra familiare:H.7,5 );

b)conduzione senza il coldiretto: H.83,1(così riparti:con salariati:H.83,01;altra forma:H. 0,00).

Come si vede prevale per i
l 94,37%,la conduzione del coldiretto con H.1.392,61 su complessivi H.1.475,51 e per il sulla conduzione senza coldiretto. .Gli ettari su cui si estende il territorio è di 5.035 ettari: quanto quello ancora coltivabile?

Ricettività Turistica
La cittadina è dotata di istrutture pubbliche quali:il Palazzetto dello Sport, il Parco Comunale, il Villaggio attrezzato di Cesariello, mentre non è da meno il privato con ristoranti,alberghi che favoriscono la convegnistica di alto livello, agriturismo, pizzerie. Particolare è la sua offerta gastronomica,dove accanto alle pietanze a base di funghi, patate, carne di maiale e cinghiale spiccano i  prelibati salumi ed il miele di castagno.

Decollatura ha costituito da sempre la residenza estiva di moltissimi lametini per l’accoglienza, il suo clima, la sua gastronomia genuina, per le rilassanti passeggiate e le lunghe partite a carte nei bar delle piazze.Ma costituiscono richiamo turistico,parimenti, le moltissime fontanelle  diffuse sul territorio sgorganti da sorgenti naturali. Fontane antiche,dai nomi singolarii e dall'acqua leggera come la  "u picataru" e " a funtana dei Vunazzi" a Cerrisi,"Licciardu" a Casenove"Surrusco " a San Bernardo  e la mitica fontana di "Ponte Giallo" una meta in assoluto che ti accoglie prima di giungere a Tomaini, dissetandoti, con quella gestualità semplice nel bere  che ti riporta a quando eri bambino, mentre il dorso della mano lo usi per asciugarti:un rituale che solo la montagna,magicamente, sa conservare riportandoci  al nostro essere di "uomini" veri pervasi di umanità.


Ma vediamo i settori i e le lavorazioni ad aprile  2011 presenti in Decollatura,mentre ci riserviamo di conoscere e far conoscere i protagonisti per un cammino di sviluppo endogeno della cittadina mirato e sinergico.

SETTORI ECONOMICI OPERANTI NEL COMUNE AD APRILE 2011
ATTIVITA' Aziende Dipendenti
TOTALE INDUSTRIA:  Panificazione (1);Calcestruzzi (1);Tipografia (1);Edilizia (3)Demolizioni edifici (1); Autotrasporti (1)
8 57
TOTALE INDUSTRIA 8 57
TOTALE ARTIGIANATO DI PRODUZIONE:Boschiva (1);Lav.Legno/Falegnamerie (2);Lav.ferro e alluminio(2);lav e segagione marmi (2);
7 27
TOTALE ARTIGIANATO DI SERVIZIO: Officine meccaniche (4);Elettrauto(1);Inst.impianti idraulici (1);installaz. impianti elettrici (1)
7 9
Artigianato Edile:Az.edili (4)
4
9
TOTALE TUTTI SETTORI ARTIGIANATO 18 45
TOTALE TERZIARIO COMMERCIO: Comm.Ingrosso (1) Comm. alimentari (3);Comm.ricambi auto (2); Comm.dett.abbigliamento (2);Comm. dett.calzature (1);Commercio frutta (1);Comm.dett.materiale da costr.(2);Comm.dett. prod.vari (3)
15 21
TOTALE TERZIARIO PUBBLICI ESERCIZI:Alberghi (1);Ristorantte (1);Bar pasticceria (1);Bar Pizzeria (1)
4 21
TOTALE TERZIARIO DI SERVIZIO:Studi professionali:(2);Farmacia (2);Ass.Anziani (1)Casa Riposo (1)
6 19
TOTALE  TERZIARIO 25 61
TOTALE LAVORAZIONI 51 163

.

RICERCA SU POPOLAZIONE,ECONOMIA ED OCCUPAZIONE.

Popolazione rilevata da censimento 1991-2001 ed iscritta all'anagrafe al 1/1/10 Pop.resid. al 1/1/2010 per sesso Territorio Densità
Popolazione Variazioni al Popolazione Variazioni al 01/01/2010 Totale Maschi Totale Femmine Maschi+ Femmine superfice per kmq
Abitativa per kmq
al 2001 su 1991 al su 1991 su 2001




1991 2001 Diff. in % 01/01/2010 Diff. in % Diff. in %




3617 3489 -3,54% 3304 -8,65% -5,30% 1587 1717 3304 50,4 65,56

La ricerca effettuata evidenzia il confronto tra il censimento del 1991 e 2001 e la popolazione residente al 1.1.10 secondo il rilevamento Istat di pari data: Evidenzia il decremento della popolazione 2009 di Decollartura sia  sul 1991, sia sul 2001.L' analisi dettagliata in "ANALISI  MOVIMENTI ANAGRAFICI", a cui si rimanda, è chiarificatrice dei dati esposti.

Anno 2009: evoluzione demografica nei paesi ricadenti nel CPI di Lamezia Terme e nella Diocesi:Decollatura
Popolazione al 31/12/2008
Nati Morti Nati/Morti Saldo Diff. Iscritti / Cancellati Saldo Conviventi Popolazione al 31/12/2009.
F M Totale F M tot. F M tot. F M Tot. F M Tot. F M Tot. Femm. Maschi Totale
1729 1584 3313 10 8 18 25 13 38 -15 -5 -20 3 8 11


1717 1587 3304

Si è rilevato il decremento della popolazione tra due anni recenti il 2008 (3.313 ab.) ed il 2009 (3.304 ab.).Un -9 determinato dal saldo negativo Nati/Morti (-20) e saldo positivo Iscritti/Cancellati (+11). Per Decollatura aiuta rilevare l'aumento delle iscrizioni all'anagrafe di cittadini che si sono trasferiti da altri comuni, mentre  si riduce in percentuale annua il decremento 2008/2009 (-0,27%).Si ricorda il -0,46% tra 2009/1991  e il -0,59% tra 2009/2001.

2009 2001 2009/2001
Famiglie Abitanti Famiglie
Famiglie variazioni (+ -)
Numero Abitanti per Famiglia Numero Numero Abitanti
per famiglia
Numero Abitanti per Famiglia
1408 2,35 3489 1390 2,51 18 -0,16

Per Decollatura il decremento demografico nel periodo 2009/2001 non ha avuto riflessi negativi sul numero delle famiglie del paese:1.390 nel 2001;1.408 nel 2009: ben 18 famiglie in più.L'incremento delle iscrizioni all'anagrafe (2008/2009) e la riduzione del tasso percentuale annuo del -0,16% rilevati sono stati determinanti.

==============

Abbiamo ritenuto necessario a questo punto, entrare  nella "Popolazione" più da vicino, quasi ascoltarla per coglierne i bisogni, il suo apporto con il lavoro produttivo, per cui l'individuazione della popolazione "in attiva  e "non attiva" ovvero, in età di "lavoro e non", poi per fascia di età.La ricerca  demografica,così diventa più impegnata e tanto appassiona perchè aiuta la nostra finalità:contribuire allo sviluppo endogeno del territorio di Decollatura, nella fattispespecie. Seguiamola:


POPOLAZIONE

popolazione attiva  e non attiva


Considerando due variabili, l'età e la situazione occupazionale, la popolazione viene classificata in:


Popolazione attiva
:

a) età: 16* -65 anni;

b) situazione occupazionale:occupata, disoccupata, inoccupata (ricerca di 1^occupazione) momentaneamente  impedita(ricoverati da meno di due anni in luoghi di cura e assistenza; detenuti in attesa di giudizio o condannati a pene inferiori a 5 anni);


Popolazione non attiva:
c) età: età diversa da 16*-65 anni;
d) situazione occupazionale: i pensionati;gli infermi e i ricoverati a tempo indeterminato in luoghi di cura e assistenza;gli inabili permanenti al lavoro; i condannati a pene di almeno 5 anni; i mendicanti e coloro che vivono di pubblica beneficenza.


*ETA' E OBBLIGO SCOLASTICO: l'art. 48, c. 8, L. 4.11.2010, n. 183 (c.d. Collegato Lavoro) ha stabilito che l'obbligo di istruzione (10 anni - art. 1, c. 662, L. 296/2006) può essere assolto anche attraverso l'apprendistato per l'espletamento del diritto dovere di istruzione e formazione (art. 48 D.Lgs. 276/2003). Occorre però un'intesa tra regioni - Ministero del lavoro - parti sociali (vedere l'intesa sottoscritta nella Regione Lombardia il 27.9.2010). Conseguentemente, l'età minima per l'ammissione al lavoro, nella predetta situazione, ritorna ad essere di 15 anni (anziché 16).
.


popolazione non attiva popolazione attiva popolazione attiva e non
Eta' Totale Femmine Totale Maschi Femmine + Maschi Totale Femmine Totale Maschi Femmine + Maschi Totale Femmine Totale Maschi Femmine + Maschi
0-3 anni 42 43 85





4-5 anni 24 26 50





6-10 anni 53 67 120





11-14 anni 50 64 114















15 anni 21 12 33















16-18 anni


54 55 109


19-29 anni


218 216 434


30-45 anni


384 335 719


45-65 anni


419 461 880


66-80 anni 296 230 526





81-100 e + 156 78 234





Totali 642 520 1162 1075 1067 2142 1717 1587 3304

La ricerca effettuata è interessante perchè permette di conoscere gli abitanti di Decollatura  per fascia di età, coglierne e valutarne le esigenze e le istanze indispensabili ad una programmazione mirata di sviluppo endogeno.Il concetto di consenso ampliato ad un più generale ascolto dei cittadini dei quali abbiamo incominciato a conoscere i bisogni tramite l'anagrafe e le fascie di età che pur numeri, non sono più freddi,ma parlano, dicono,impegnano, determinano l'operare dell'amministratore.Ma, occorre avere dentro "la sana ambizione" che esalta l'uomo politico e la Politica e che, per questo, è con la Maiuscola.

Quell'Anagrafe comunale ci dice che in Decollatura:

-la popolazione attiva è pari a 2.142 abitanti, il 64,83% della stessa popolazione (Femmine 1.075 abitanti con il  32,54%-Maschi 1.067 abitanti con il 32,29%), di cui: 16-18 anni con il 3,30%;19-29 anni con il 13,14%; 30-45 anni con il 21,76% e 46-65 anni, con il 26,63%.

-la popolazione non attiva, invece,è pari ai 1.162 abitanti, il 35,17% della popolazione (Femmine 642 con il 19,43%-Maschi 520 con il 15,74%), di cui  la fascia tr0 e 15 anni, 402 abitanti,con il 12,17%; 3^età (66-80) e 4^età (81-100+) 760 abitanti, con il 23%.

La popolazione femminile (attiva e non) di Decollatura è pari a 1.717 abitati,il 51,97% dell'intera popolazione; quella maschile, è pari a 1.587 abitanti, il 48,03%. La popolazione femminile prevale su quella maschile del +3,93% con 130 abitanti in più, un dato in sintonia con lo scenario demografico dei comuni calabresi.

INPS LT al 12/09 disponibilità anno 2009 presso il CPI di Lamezia Terme di inoccupati e disoccupati Decollatura
dati mod. dm 10 da 16 a 18 anni da 19 a 29 anni da 30 a 45 anni da 46 a 65 anni Totale Totali
Az/de Ass/ti D U Totale D U Totale D U Totale D U Totale D U D/U
49 163 5 3 8 87 63 150 151 88 239 57 86 143 300 240 540

I dati  rilevano la disponibilità al lavoro ed alle politiche attive date nel 2009 da residenti in Decollatura facenti parte della popolazione attiva del Comune (suddivisa per fascia di età) al Centro Impiego di Lamezia Terme.(Link Dlvo 297/02 artt.1-2-3-4).

Indicano, altresì, le aziende operanti nel territorio comunale ed i dipendenti  assicurati dalle stesse presso l’Istituto previdenziale INPS nel mese di dicembre 2009 ( forza 12/09). Trattasi dell’occupazione legale perché denunciata presso l’Ente.

Perchè recarsi al Centro per l'impiego per dare la disponibilità?

Il lavoratore, inoccupato (ricerca di 1^occupazione) o disoccupato (lavoratore che ha perso il lavoro) per comprovare lo stato di disoccupazione deve rendersi disponibile  allo svolgimento di un’ attività lavorativa presso il Centro per l’Impiego presso cui ha il domicilio, nella fattispecie, Lamezia Terme.

Parimenti, e nel contempo,presenta un'autocertificazione attestante l'attività lavorativa precedentemente svolta (vedasi in Legge, Prassi, Interpelli: DGR 266/2007-D.1 e D.2.2).

Infatti, la condizione di disoccupato è un atto dichiarativo del lavoratore e non già un fatto accertativo del Centro per l'impiego, ed è cosa diversa dalle politiche attive del lavoro che scattano dalla data della disponibilità.


ll CPI controllerà
nei suoi archivi e/o dispone indagini,anche a campione, tramite il Servizio Ispettivo della DPL,per i lavoratori già autonomi,la veridicità della dichiarazione resa ai sensi e per gli effetti degli artt.46 e 47,DPR 445/2000 (DGR.266/2007-D1).

Dalla data della disponiblità, l'inoccupato o disoccupato, gode delle Politiche attive del lavoro secondo le modalita',gli obiettivi e gli indirizzi definiti dalla Regione Calabria annualmente (art.15 LR. 5R/01) ed offrendo almeno i seguenti interventi:

a) colloquio di orientamento entro tre mesi dall'inizio dello stato di disoccupazione;
b) proposta di adesione ad iniziative di inserimento lavorativo o di formazione o di riqualificazione professionale od altra misura che favorisca l'integrazione professionale:
1) nei confronti degli adolescenti, dei giovani e delle donne in cerca di reinserimento lavorativo, non oltre quattro mesi dall'inizio dello stato di disoccupazione;
2) nei confronti degli altri soggetti a rischio di disoccupazione di lunga durata, non oltre sei mesi dall'inizio dello stato di disoccupazione.

Tanto è dettato dalla legge di Riforma del Collocamento, voluta dal Consiglio di Europa che ne ha dettato i 4 pilastri (occupabilità, imprenditorialità, adattabilità delle imprese al mercato e pari opportunità),fatti propri dal legislatore nazionale che, sulle direttive comunitarie, ha posto la sua attenzione maggiore sul disoccupato di lunga durata, per poi  affidarla alle Regioni per l'adattabilità al territorio con proprie leggi regionali, in ossequio all'art.117 della Costituzione.Tra le Regioni: molte le virtuose, altre meno.La Calabria? Ha operato ed opera da Calabria.(Linck)

INPS LT al 12/09 Avviamenti presso CPI di Lamezia Terme di inoccupati e disoccupati di Decollatura
Dati mod. DM 10 da 16 a 18 anni da 19 a 29 anni da 30 a 45 anni da 46 a 65 anni Totale Totali
Az/de Ass/ti D U Totale D U Totale D U Totale D U Totale D U D/U
49 163 5 6 11 34 49 83 181 74 255 49 53 102 269 182 451

I dati  rilevati sono relativi agli avviamenti al lavoro di lavoratori (suddivisi per fascia di età)  che sono stati effettuati nel 2009 da parte delle aziende operanti  nel Centro Impiego di Lamezia Terme  a cui si sommano le proposte occupazionali dello stesso Centro per l’Impiego che hanno dato luogo a rapporti di lavoro se fatte proprie dagli inoccupati e disoccupati (link).

Nei dati INPS,come già evidenziato, le aziende operanti nel territorio di Decollatura  ed i dipendenti assicurati presso l’Istituto previdenziale nel mese di dicembre 2009. Trattasi,si ribadisce, dell’occupazione legale perché denunciata presso l’Ente previdenziale.

Dicembre 2009: aziende ed occupati in Decollatura (Fonti INPS-dm10)
Totali Settori
Industria Artigianato Terziario Credito e Ass. Agricoltura con imp.
Aziende dipend. az. dip az. dip az. dip az. dip az. dip
49 192 7 60 18 42 24 90 0 0 0 0

I dati rilevati sono quelli dell'INPS con i settori produttivi presenti in Decollatura al dicembre 2009 (industria,artigianato,terziario) (Link Inquadramento Previdenziale) ed i protagonisti: le   aziende che vi operano  con sede nel territorio  del comune ed i dipendenti in forza al dicembre 2009  assicurati  e denunciati dalle stesse all’Istituto previdenziale.  Di rilievo le aziende e l'occupazione nel settore terziario con 24 aziende e 90 dipendenti assicurati.

Comune di Decollatura Centro Impiego Lamezia Terme INPS dm 12/2009
iscritti all'anagrafe al 31/12/2009 disponibilità lav. anno 2009 avviamenti al lavoro anno 2009 aziende lav. assic/ti
Fascia età F M Totale F M Totale F M Totale

16-18 anni 54 55 109 5 3 8 5 6 11

19-29 anni 218 216 434 87 63 150 34 49 83

30-45 anni 384 335 719 151 88 239 181 74 255

46-65 anni 419 461 880 57 86 143 49 53 102











49 163
Totale 1075 1067 2142 300 240 540 269 182 451 49 163

Nella tabella un dato interessante che sfugge alle statistiche per dirci il vero, la realtà di un territorio, quello di  Decollatura   nel rapporto con le Istituzioni preposte all'occupazione.E' il bello della ricerca sul campo. Essa, infatti, mette a confronto la popolazione attiva presente all’anagrafe comunale del paese, suddivisa per fascia di età, ed il suo “ approccio” con il Centro per l’Impiego di Lamezia Terme.

Lascia perplessi
, in particolare, il dato degli adolescenti (16 -18 anni). Appena  8 di essi su 109 hanno dato allo stesso Centro la disponibilità  immediata allo svolgimento di un’attività lavorativa.

Non è diverso per i giovani
(estesi a 29 anni,età limite per l'apprendistato) la cui disponibllità è di 150 su 434 iscritti all'anagrafe, di cu glii avviati al lavoro sono 83.

In tal modo adolescenti e giovani non possono avere i vantaggi voluti dal legislatore nazionale e dall’UE con le Politiche attive (formazione-riqualificazione/inserimento lavorativo).Non sono da meno gli altri vantaggi collegati alla condizione di disoccupato/inoccupato che danno avvio alle incentivazioni contributive per gli imprenditori.Un'opportunirà per essere avviati al lavoro che non può essere banalizzata.

E’ una costante che si registra in tutti i paesi ricadenti nel Centro Impiego di Lamezia Terme, ma che si ripete in quello di Catanzaro e Soverato. Viene in tal modo meno, anche,l’opportunità di fare incontrare concretanente "Mondo del Lavoro"  e "Mondo della Scuola" con gli studenti che, accompagnati dai Tutor del rispettivo Istituto scolastico, avrebbero fatto le prime esperienze lavorative in azienda durante la pausa estiva (giugno/agosto) (Tirocini estivi scheda tecnica) e, quindi, aiutati nelle scelte professionali e nel contempo percepire i rimborsi spese,( si ritiene a ragione come per l'Istituto dello Stage), max 600 euro al mese (Scheda Tecnica Stage). Tanto evidenzia che... ( FARE LINK Analisi).

Da V°Censimento Agr.2000/2001: a)Aziende per forma di conduzione
CONDUZIONE DIRETTA DEL COLTIVATORE Conduzione Conduzione a colonia Altra forma di Totale
Con solo manodopera familiare Con manodopera familiare prevalente Con manodopera extrafamiliare prevalente Totale con salariati parziaria appoderata conduzione generale
371 5 1 377 4 ­
­
381
b) Superfice in ettari per conduzione
CONDUZIONE DIRETTA DEL COLTIVATORE Conduzione Conduzione a colonia Altra forma Totale
Con solo manodopera familiare Con manodopera familiare prevalente Con manodopera extrafamiliare prevalente Totale con salariati parziaria appoderata di conduzione generale
1.249,08 136,03 7,5 1.392,61 83,1 ­
­
1.475,71

La ricerca riporta i dati del censimento 2001 ed evidenzia quale conduzione ha l'agricoltura di Decollatura. Vedasi analisi dettagliata in ECONOMIA - Agricoltura, a cui si rimanda, perchè chiarificatrice dei dati esposti e  dell'Agricoltura del comune,  mentre si accompagnano dati  occupazionali aggiornati al 2010.

AGRICOLTURA ANNO 2010
( Fonte INPS)
N° AZIENDE NEL COMUNE N° LAVORATORI N° GIORNATE DENUNCIATE
27 53 4988

La ricerca rileva le aziende e l'occupazione nell'anno del 2010 dei braccianti a tempo determinato.Vedasi analisi dettagliata in ECONOMIA - Agricoltura, a cui si rimanda,  perchè chiarificatrice dei dati esposti e dell'agricoltura di Decollatura.

Redditi e contribuenti nel Comune di Decollatura
2009 2008 2005
contribuenti ammontare Reddito medio contribuenti ammontare Reddito medio contribuenti ammontare Reddito medio
1.194 22.792.126 19.088,88 1.161 22.389.976 19.285,08 1.163 18.641.199 16.028,55

Sono i dati reddituali dichiarati dai contribuenti di Decollatura, così come comunicati dalle Finanze, ma che  sono  statistici perchè il reddito rilevato è rapportato al numero dei contribuenti dichiaranti, vero è definito "reddito medio".

Last Updated Wednesday, 06 June 2012
< Previous Next >

Indice Comuni della Diocesi

User Login





No account yet? Create account

Syndicate

RSS 0.91
RSS 1.0
RSS 2.0
ATOM 0.3
OPML
Top