TIRIOLO

Sunday, 13 March 2011



  • Sorge a: 690 metri s.l.m.;
  • Il territorio del comune è compreso tra i: 69 e i 950 metri s.l.m.;
  • L'escursione altimetrica complessiva è pari a: 881 metri;
  • Deriva il nome: Secondo alcuni il nome si collega alla base pelatina taur, ossia monte in riferimento alla sua collocazione geografica. Secondo altri si collega all'antico ager Teuranus in riferimento ai campi Teurani;
  • Abitanti 3.982 (M. 1.925-F. 2.057;Istat 1.1.10);
  • Densità per Kmq: 137,41(3.982/28,98);
  • Superficie: 28,98 Kmq;
  • Denominazione Abitanti: tiriolesi;
  • Santo Patrono: Madonna della Neve;
  • Festa Patronale:5 agosto;
  • Fa parte di:Comunità Montana Monti Tiriolo-Reventino; Mancuso Regione Agraria n. 5 - Collina dell'Amato;del Centro Impiego di Catamzaro;
  • Località e Frazioni: Pratora, Sarrottino, Rocca, Ferrito, Soluri;
  • Confina con i Comuni di: Catanzaro, Gimigliano, Marcellinara, Miglierina, San Pietro Apostolo, Settingiano;
  • Dista: 16 chilometri da Catanzaro;
  • INPS: Via Crispi e Via Acri Catanzaro;
  • INAIL:Via V.Veneto, Catanzaro;
  • Centro Per L'Impiego:Via della Stazione 1, Catanzaro;
  • S.P.I.S.A.L.: Discesa Poerio,3 Catanzaro 0961.703317-0961.747556;
  • Il Municipio è sito in: Viale Pitagora 4, tel. 0961 990836, fax. 0961 990836;
  • INPS:Sede Provinciale Via Crispi, 77 Catanzaro; Sede Regionale: Via T.Campanella,11 Catanzaro;
  • INAIL: Sede Provinciale Via V. Veneto, 38 Catanzaro; Sede Regionale Via Vittorio Veneto, 60 Catanzaro;
  • Provincia Catanzaro:Settore Lavoro e Formazione Professionale e Politiche Sociali:
  1. Collocamento Obbligatorio:Viale Brutium 2, Catanzaro;
  2. Centro per l'Impiego(CPI): Via Stazione Catanzaro,1;
  • SPISAL (Servizio Prevenzione Infortuni Sicurezza Ambiente Lavoro:Via Poerio,3.




Codici
  • CAP:88056;
  • Prefisso Telefonico: 0961;
  • Codice Istat 079147;
  • Codice Catastale: L177;




TIRIOLO, una cittadina piena di storia, tradizioni tiriolo1e di vitalità artigiana, una tappa dovuta per il turismo che ama la storia,l’archeologia,il paesaggio irripetibile perchè unico,l’artigianato artistico:un fiore all’occhiello della Calabria.I suoi scenari paesaggistici, gli itinerari culturali, le antiche vestigia ne costituiscono una meta fra le più belle della nostra regione.

Centro storico

Il suo centro storico è di tutto rispetto e  si fa ammirare per la sua architettura di grande pregio artistico con i palazzi: Schettini e  Donati, che ammiri per le loro facciate, i  loro portali  e  balconi in terra battuta di rara maestria artigiana; Alemanni,che domina la piazza principale, ti coinvolge per il pregio del suo impianto architettonico,i suoi portali, la sua facciata. Non sono da meno:Palazzo Cigala,Palazzo De Fillipis, Palazzo Alemanni,Palazzo Schettini, Plazzo Singlitico, Palazzo Giglio. Sono tutti palazzi nobiliari del 1660/1700/1800.

Ma,il centro storico, ha una "chicca" in più: si arricchisce di botteghe artigiane dell’artistico  che lo rendono  maggiormente accogliente e pieno di attrattiva perchè è la maestria di un popolo che s'identifica nell'artigianato.

A  Tiriolo, Curinga, Decollatura, per l'interlad della Diocesi di Lamezia Terme  può essere avviata un'azione pilota affinchè gli stessi possano svolgere per la Calabria  una offerta turistica  così come per la Sicilia  Taormina, per la stessa Calabria, Tropea. Quindi, continuare con gli altri paesi, tra cui Zagarise, Taverna,e passo, passo tutti paesi della nostra periferia per le loro specificità.In questo nostro viaggio che sta per concludersi nei paesi ricadenti nel Centro Impiego di Catanzaro  il nostro occhio ha spaziato si è librato nel vuoto degki incantevli paessi, posato negli scorci incantevoli,ammirando e riportando affidandola alla nostra mano per dire di una Calabria che c'è, che vuole attenzione per contrubuire allo sviluppo che non è può essere dato dai frenetici capolughi dove impera la "burocrazia, mente in questa periferia trovi l'uomo faver che ama il lavoro.

Speleologia e archeologia

Speleologia: Un particolare riferimento per glr speleologi  le sue grotte che troviamo sulle falde del Monte Tiriolo (mt.838) dove spicca la cavità  battezzata, " Meandri del Fico" scoperta nel 1986 rese più suggestive dai ruderi di una fortezza bizantina con accanto quelli  di una chiesa triabsidata

tiriolo2Archeologia: troviamo insediamenti del neolitico sul monte Tiriolo; insediamenti romani in località Acua  dei Fagiani;S.Donata e nella stessa Tiriolo:reperti greco romani in Tiriolo  ed insediamenti medioevali.

L'osservatorio astronomico e paesaggio

In Tiriolo è ubicato l'osservatorio astronomico " Andrea Pirelli", un punto d' osservazione di eccellenza considerata la  sua posizione:un balcone sull'istmo di Marcellinara da cui lo gusti godendoti, in contemporanea,i due mari, lo Jonio ed il Tirreno, mentre lo sguardo spazia verso l'Etna e le Eolie, in un tutt'uno con la  ridente piana Lametina:un paesaggio che il tramonto ed il planare degli aeroplani rende ineguagliabile.

La Flora e la Fauna

Interessante la flora con l’orchidea, specialmente, da attenzionare sono la fioritura di Carpino con quel giallo che affascina, la bianca Scilla, la barba di Becco,le Succiamele con quel rosso "granato".Non è da meno  la Fauna con il falco pellegrino,lo scoiattolo,la volpe,la lepre ecc.

Le Chiese

Chiesa Madre di Maria SS. della Neve; Chiesa di Sant'Antonio; Chiesa dello Spirito Santo; Chiesa della Rocca; Chiesa Conventuale Maria SS. delle Grazie

La Chiesa Madre di Maria SS. della neve: è la Chiesa Matrice, contribuisce al suo pregio artistico  il suo  interno con la navata principale ed il monumentale altare maggiore. Molte statue sono di pregio, mentre alcuni calici ed estensori sono del 1700

Particolare interesse rivestono:

  • La Chiesa di Maria Madre della Chiesa,in Frazione Pretora, costruita di recente, nel 1992/1993 si fa ammirare  per il suo esterno  semplice ed il suo campanile;
  • La Chiesa di Maria SS.delle Grazie,ex convento dei cappuccini (ospita la Casa Parrocchiale)Tra le molte statue quella lignea dell'Immacolata. Conserva al suo interno un pregevole crocefisso ligneo del XVIII° sec.. L’archivio parrocchiale raccoglie registri e documenti che risalgono al 1400;

Da visitare,ancora,

  • la Chiesa di S. Maria Scala Coeli: rustica e che riporta al passato e, di questo tiriolo4va dato atto di tanta tutela. Essa risale al ‘600  tempo, una cappella privata dei Principi Cigala.

  • la Chiesa dello Spirito Santo, chiusa al culto,ma che si fa ammirare per la facciata, il suo campanile, con raccomandazione a manutenerla.E' comgrega dello Spirito Santo.


Vivace e pieno di attività  sociali l’associazionismo cattolico.


L'antiquarium Civico
Interessante e pieno di cultura che testimonia il passato pieno di storia di Tiriolo è l'antiquarium Civico dove sono conservati reperti che vanno dall'età preistorica a quella medievale.

Nel suo territorio, ed in particolare nelle grotte, sono stati trovati reperti del neolitico e dell'età del ferro.E'stata, anche, trovata una tavoletta romana in bronzo con il testo del senato consulto con cui Roma proibì nel 186 a.c. i baccanali.

ANALISI  MOVIMENTI ANAGRAFICI DI TIRIOLO  (CENSIMENTI  1991-2001 ED ISTAT  1.1.2010)

La popolazione nel censimento del:

•    1991 è pari a 4.186 abitanti;
•    2001 è, invece, è pari a 4.073 abitanti,
mostrando quindi nel decennio 1991-2001 una variazione percentuale in meno degli abitanti pari al -2,70%. Essi,poi, sono distribuiti in 1.531 nuclei familiari con una media per nucleo familiare di 2,66 componenti.

Istat 31.12.2009/1.1.2010
Al  31.12.2009 la popolazione è pari a 3.982 abitanti, con una variazione percentuale in meno rispetto al:
•    1991 del  -4,87% (-0,26% annuo);
•    2001 del  -2,23% (-0,25% annuo);
Gli abitanti sono distribuiti in 1.597 nuclei familiari (+66 sul 2001) con una media per nucleo familiare di 2,49 componenti ( diff.media per nucleo familiare -0,17 sul 2001). 

Si evidenzia, per completezza statistica, che:

Il 2009, rispetto al 2008, ha registrato un decremento demografico del -1,19%,su base annua   e del -0,10%.  su base  mensile.Infatti, al:
•    2008 la popolazione era pari a 4.030 abitanti.

Confronto anno 2009 ( Istat 1.1.10) con censimenti 1991 e 2001 e 2008
periodo indica anni rifer. abitanti anno…...
a abitanti Anno (in nerettto) abit. in% base 100 (+-) in % anni* %xanno
1991/2010* 4186 3982 95,13 100 -4,87 19 -0,26
1991/2001 4186 4073 97,30 100 -2,70 10 -0,27
2001/2010* 4073 3982 97,77 100 -2,23 9 -0,25





% annuo
mesi % mensile
mensile2008/2009
4030 3982 98,81 100 -1,19 12 -0,10
Nota:*i dati 2010 sono quelli ISTAT al 1.1.2010, quindi, anno 2009
*Anni: Tra 1991-2009 = anni 19; Tra 1991 e 2001 = anni 10; Tra 2008 e 2009= mesi 12

.
ECONOMIA

Artigianato
Ltiriolo5'artigianato artistico tradizionale  vede fiorente la tessitura di tipici scialli da donna detti "vancali" e la lavorazione di tessuti in lana  ed in seta.  La popolazione è attiva e poche sono le sacche di disoccupazione trovando essa occupazione: alcuna in loco, altra in Catanzaro.

Mulini e frantoi: sono tantissimi a testimonianza di una attività  di trasformazione consistente con l'artigianato  al servizio dell'agricoltura.Si mensionano:Il mulino Mangani,La caselle,,Grasso, Tiriolo, S. Donata, Scorpo ecc., mentre dei Frantoi:Frantoio Arieste,La Caselle,Arieste ecc..

Il Turismo
I
tiriolo3l Turismo è la carta vincente di questa meravigliosa cittadina che affascina il visitatore dove archeologia, speleologia, natura,artigianato, paesaggi sono un tutt’uno. Il Venerdì Santo si svolge la “Pigghiata”,( nonchè il 14 agosto, ogni sette anni), mentre la festa della Madonna della Neve il 5 agosto).  Non ultima,la gara automobilistica Ponte Corace-Tiriolo

Itinerari Turistici:
Molto interessante è l'itenerario attorno Tiriolo, Gimigliano, Madonna di Porto che dà forza all'offerta turistica
.

Agricoltura

Al 2010 l'agricoltura operava con: 47 aziende;170 lavoratori assunti a tempo determinato, e 16.545 giornate denunciate all'INPS.


Nel censimento 2000/2001 gli ettari coltivati totali erano pari a H.1.719,20 di cui:

a)
conduzione diretta del coldiretto:H.1.719,20(così ripartiti:con solo mano d'opera familiare: H. 496,153; con mano d'opera prevalentemente familiare: H.365,4; con mano d'opera extra familiare:H. 868,67);

b) conduzione senza il coldiretto: H.0,00 (così riparti:con salariati: H.0.00;altra forma:H:0.00).

Come si vede la conduzione  è soltanto del coldiretto con H. 1.719,20 su complessivi  H.1,719,20 mentre, è vero, che per il 59,79% egli si avvale di mano d'opera extra familiare prevalente e che la superfice dell'intero territorio comunale è H.2.898,di cui colltivata H.1,719,20 pari al  59,32% .


RICERCA SU POPOLAZIONE, ECONOMIA ED OCCUPAZIONE


Popolazione rilevata da censimento 1991-2001 ed iscritta all'anagrafe al 1/1/10 Pop.resid. al 1/1/2010 per sesso Territorio Densità
Popolazione Variazioni al 2001 su 1991 Popolazione al 01/01/2010 Variazioni al 01/01/2010 Totale Maschi Totale Femmine Maschi+ Femmine superfice per kmq Abitativa per kmq
al

su 1991 su 2001




1991 2001 Diff. in %
Diff. in % Diff. in %




4186 4073 -2,70% 3982 -4,87% -2,23% 1925 2057 3982 29,0 137,31

Nella ricerca effettuata  il confronto tra i censimenti del 1991 e 2001 ed i dati Istat 1.1.10. Essa evidenzia il decremento costante della popolazione di Tiriolo da quella rilevata nel 1991 (4.186 abitanti) a quella del 2001 (4.073 abitanti) ai dati Istat 1.1.10 (3.982 abitanti), nonostante la cittadina sia piena di attrattiva, di cultura artigiana, mentre è sorretta da un  trascorso storico di cui rimangono le testimonianze.Tiriolo è una realtà che  deve essere un riferimento di eccellenza per il turismo calabrese.Tra i  Comuni ricadenti nella Diocesi di Lamezia merita attenzione con San Bernardo di Decollatura, Curinga e Conflenti per un'azione pilota di lancio turistico.

L'analisi dettagliata in "ANALISI  MOVIMENTI ANAGRAFICI", a cui si rimanda, è chiarificatrice dei dati esposti.

Anno 2009: evoluzione demografica di Tiriolo
Popolazione al 31/12/2008
Nati Morti Nati/Morti Saldo Diff. Iscritti / Cancellati Saldo Conviventi Popolazione al 31/12/2009.
F M Totale F M tot. F M tot. F M Tot. F M Tot. F M Tot. Femm. Maschi Totale





















2082 1948 4030 16 15 31 27 23 50 -11 -8 -19 -14 -15 -29


2057 1925 3982

Si è voluto rilevare l'andamento demografico tra due anni recenti,il 2008 ed il 2009. Per Tiriolo si registra,purtroppo, un decremento del -1,19%: nel 2008, abitanti 4.030;nel 2009 essi scendono a 3.982. Un meno 48 che pesa perchè il calo demografico  viene dato dal -19 del saldo Nati/morti, ed  dal -29 del saldo Iscrittti/cancellati: due saldi negativi che in contemporanea fanno preoccupare.

2009 2001 2009/2001
Famiglie Abitanti Famiglie Numero abitanti Famiglie variazioni(+ -)
Numero Abitanti per Famiglia Numero Numero per famiglia Numero Abitanti per Famiglia







1597 2,49 4073 1531 2,66 66 -0,17

Per Tiriolo il decremento demografico tra 2001/2009 non ha avuto riflessi negativi sul numero delle famiglie della cittadina: 1531 nel 2001;1.597 nel 2009: ben 66 famiglie iin più.Può sembrare strano. Il numero dei componenti per famiglia passa da 2,66 del 2001 al 2,49 del 2009 con un -0,17 del 2009 sul 2001 perchè gli abitanti sono ripartiti su più famiglie mentre si registra il calo degli abitanti.

Questi i dati rilevati.Tiriolo ha la potezialità, la vivacità per rinvertire la rotta, lo soccorre la sua cultura, la sua storia,la sua posizione geografica, il suo associazionismo,certamente, non può essere lasciato da solo.La cittadina è un fiore all'occhiello per la Diocesi di Lamezia Terme e per la Calabria.
=======


Abbiamo ritenuto necessario a questo punto, entrare  nella "Popolazione" più da vicino, quasi ascoltarla per coglierne i bisogni, il suo apporto con il lavoro produttivo, per cui l'individuazione della popolazione "in attiva  e "non attiva" ovvero, in età di "lavoro e non", poi per fascia di età.La ricerca  demografica,così diventa più impegnata e tanto appassiona perchè aiuta la nostra finalità:contribuire allo sviluppo endogeno del territorio, Tiriolo,nella fattispespecie. Seguiamola:

POPOLAZIONE
Popolazione attiva  e non attiva

Considerando due variabili, l'età e la situazione occupazionale, la popolazione viene classificata in:


Popolazione attiva
:

a) età: 16* -65 anni;

b) situazione occupazionale:occupata, disoccupata, inoccupata (ricerca di 1^occupazione) momentaneamente  impedita(ricoverati da meno di due anni in luoghi di cura e assistenza; detenuti in attesa di giudizio o condannati a pene inferiori a 5 anni);


Popolazione non attiva:
c)
età: età diversa da 16*-65 anni;
d) situazione occupazionale: i pensionati;gli infermi e i ricoverati a tempo indeterminato in luoghi di cura e assistenza;gli inabili permanenti al lavoro; i condannati a pene di almeno 5 anni; i mendicanti e coloro che vivono di pubblica beneficenza.


*ETA' E OBBLIGO SCOLASTICO: l'art. 48, c. 8, L. 4.11.2010, n. 183 (c.d. Collegato Lavoro) ha stabilito che l'obbligo di istruzione (10 anni - art. 1, c. 662, L. 296/2006) può essere assolto anche attraverso l'apprendistato per l'espletamento del diritto dovere di istruzione e formazione (art. 48 D.Lgs. 276/2003). Occorre però un'intesa tra regioni - Ministero del lavoro - parti sociali (vedere l'intesa sottoscritta nella Regione Lombardia il 27.9.2010). Conseguentemente, l'età minima per l'ammissione al lavoro, nella predetta situazione, ritorna ad essere di 15 anni (anziché 16).


popolazione non attiva popolazione attiva popolazione attiva e non
Eta' Totale Femmine Totale Maschi Femmine + Maschi Totale Femmine Totale Maschi Femmine + Maschi Totale Femmine Totale Maschi Femmine + Maschi
0-3 anni 61 59 120





4-5 anni 31 38 69





6-10 anni 85 94 179





11-14 anni 85 98 183















15 anni 20 22 42















16-18 anni


76 63 139


19-29 anni


269 256 525


30-45 anni


486 443 929


45-65 anni


498 529 1027


66-80 anni 313 240 553





81-100 e + 133 83 216





Totali 728 634 1362 1329 1291 2620 2057 1925 3982

La ricerca effettuata è interessante perchè permette di conoscere gli abitanti di Tiriolo per fascia di età, coglierne e valutarne le esigenze e le istanze indispensabili ad una programmazione mirata di sviluppo endogeno.Il concetto di consenso ampliato ad un più generale ascolto dei cittadini dei quali abbiamo incominciato a conoscere i bisogni tramite l'anagrafe e le fascie di età che pur numeri, non sono più freddi,ma parlano, dicono, impegnano, determinano l'operare ell'amministratore. Ma, occorre avere dentro "la sana ambizione" che esalta l'uomo politico e la Politica e che, per questo, E' con la Maiuscola.

Quell'Anagrafe comunale ci dice che inTiriolo:

-la popolazione attiva è pari a 2.620 abitanti, il 65,80% della stessa popolazione (Femmine 1.329 con il 33.38%; Maschi 1.291 con il  32,42%), di cui:16-18 anni con il 3,49%;19-29 anni con il 13,18%; 30-45 anni con il 23,33% e 46-65 anni, con il 25,79%;

-la popolazione non attiva, invece,è pari a 1.362 abitanti, il 34,20% della popolazione (Femmine 728 con il 18,28%; Maschi 634 con il 15,92%), di cui la fascia tra  0 -15 anni con 593 abitanti, il 14,89%; 3^ età (66-80) e  4^ età (81-100+) con 769 abitanti,il 19,31%.

La popolazione femminile di Tiriolo (attiva e non attiva) è pari 2.057 abitanti,il 51,66%; quella maschile con 1.925 abitanti, il 48,34% dell'intera popolazione. Essa prevale su quella maschile  per +132 Tiriolesi ed il +3,31%, un dato in  sintonia con scenario demografico.

INPS CZ al 12-09 Disponibilità anno 2009 presso il CPI di Catanzaro di Inoccupati e Disoccupati  residenti a Tiriolo
dati mod. dm 10 da 16 a 18 anni da 19 a 29 anni da 30 a 45 anni da 46 a 65 anni Totale Totali
Az/de Ass/ti D U Totale D U Totale D U Totale D U Totale D U D/U
63
212
3 2 5 55 56 111 200 64 264 76 76 152 334 198 532

I dati  rilevano la disponibilità al lavoro ed alle politiche attive date nel 2009 da residenti in Tiriolo facenti parte della popolazione attiva del Comune (suddivisa per fascia di età) al Centro Impiego di Catanzaro.(Link Dlvo 297/02 artt.1-2-3-4).

Indicano, altresì, le aziende operanti nel territorio comunale ed i dipendenti assicurati dalle stesse presso l’Istituto previdenziale INPS nel mese di dicembre 2009 ( forza 12/09). Trattasi dell’occupazione legale perché denunciata presso l’Ente.

Perchè recarsi al Centro per l'impiego per dare la disponibilità?

Il lavoratore, inoccupato (ricerca di 1^occupazione) o disoccupato (lavoratore che ha perso il lavoro) per comprovare lo stato di disoccupazione deve rendersi disponibile  allo svolgimento di un’ attività lavorativa presso il Centro per l’Impiego presso cui ha il domicilio, nella fattispecie,Catanzaro.

Parimenti, e nel contempo,presenta un'autocertificazione attestante l'attività lavorativa precedentemente svolta (vedasi in Legge, Prassi, Interpelli: DGR 266/2007-D.1 e D.2.2).

Infatti, la condizione di disoccupato è un atto dichiarativo del lavoratore e non già un fatto accertativo del Centro per l'impiego, ed è cosa diversa dalle politiche attive del lavoro che scattano dalla data della disponibilità.


ll CPI controllerà
nei suoi archivi e/o dispone indagini,anche a campione, tramite il Servizio Ispettivo della DPL,per i lavoratori già autonomi,la veridicità della dichiarazione resa ai sensi e per gli effetti degli artt.46 e 47,DPR 445/2000 (DGR.266/2007-D1).

Dalla data della disponiblità, l'inoccupato o disoccupato, gode delle Politiche attive del lavoro secondo le modalita',gli obiettivi e gli indirizzi definiti dalla Regione Calabria annualmente (art.15 LR. 5R/01) ed offrendo almeno i seguenti interventi:

a) colloquio di orientamento entro tre mesi dall'inizio dello stato di disoccupazione;
b) proposta di adesione ad iniziative di inserimento lavorativo o di formazione o di riqualificazione professionale od altra misura che favorisca l'integrazione professionale:
1) nei confronti degli adolescenti, dei giovani e delle donne in cerca di reinserimento lavorativo, non oltre quattro mesi dall'inizio dello stato di disoccupazione;
2) nei confronti degli altri soggetti a rischio di disoccupazione di lunga durata, non oltre sei mesi dall'inizio dello stato di disoccupazione.

Tanto è dettato dalla legge di Riforma del Collocamento,  voluta  dal Consiglio di Europa che ne ha dettato i 4 pilastri (occupabilità, imprenditorialità, adattabilità Delle imprese al mercato e pari opportunità),fatti propri dal legislatore nazionale che, sulle direttive comunitarie, ha posto la sua attenzione sul disoccupato di lunga durata, per poi  affidarla alle Regioni per l'adattabilità al territorio con proprie leggi regionali, in ossequio all'art.117 della Costituzione.Tra le Regioni: molte le virtuose, altre meno.La Calabria? Ha operato ed opera da Calabria.(Linck)


Avviamenti presso CPI di Catanzaro di Inoccupati e Disoccupati  residenti a Tiriolo
dati mod. dm 10
da 16 a 18 anni

da 19 a 29 anni

da 30 a 45 anni

da 46 a 65 anni

Totale Totali
Az/de Ass/ti D U Totale D U Totale D U Totale D U Totale D U D/U
63
212
3 2 5 55 56 111 200 64 264 76 76 152 334 198 532

I dati  rilevati sono relativi agli avviamenti al lavoro di inoccupati e disoccupati, stagisti  residenti in Tiriolo, suddivisi per fascia di età, che sono stati effettuati nel 2009 da parte delle aziende operanti nel Centro Impiego di Catanzaro a cui si sommano le proposte occupazionali dello stesso Centro per l’Impiego che hanno dato luogo a rapporti di lavoro se fatte proprie dagli inoccupati e disoccupati  interessati e residenti in Tiriolo (link dlvo 297/02 artt. 4-6-7).

Nei dati INPS, come già evidenziato, le aziende operanti nel territorio comunale  ed i dipendenti assicurati presso l’Istituto previdenziale nel mese di dicembre 2009 ( forza 12/09).Trattasi,si ribadisce, dell’occupazione legale perché denunciata presso l’Ente.

Dic.2009: aziende ed occupati in Tiriolo (Fonti INPS-dm10)
INPS CATANZARO
Settori
Totali Industria Artigianato Terziario Credito e Ass. Agricoltura con imp.
Aziende dipend. az. dip az. dip az. dip az. dip az. dip
63 212 12 139 25 29 26 44 0 0 0 0

I dati rilevati sono quell dell'INPS con i settori produttivi presenti  al dicembre 2009 (industria,artigianato,terziario) (Link Inquadramento Previdenziale)  ed i protagonisti: le   aziende che operano nel territorio  di  Tiriolo, ed i dipendenti assicurati  e denunciati dalle stesse all’Istituto previdenziale nel mese di dicembre 2009.Di rilievo le aziende e l'occupazione nel comparto Artigiano.

Comune di Tiriolo Centro Impiego Catanzaro INPS dm 12/2009
iscritti all'anagrafe al 31/12/2009 disponibilità lav. anno 2009 avviamenti al lavoro anno 2009 aziende lav. assic/ti
Fascia età F M Totale F M Totale F M Totale

16-18 anni 76 63 139 6 7 13 3 2 5

19-29 anni 269 256 525 99 98 197 55 56 111

30-45 anni 486 443 929 201 103 304 200 64 264

46-65 anni 498 529 1027 92 81 173 76 76 152











0 0
Totale 1329 1291 2620 398 289 687 334 198 532 0 0

Nella tabella un dato interessante che sfugge alle statistiche per dirci il vero, la realtà di un territorio, quello di Tiriolo nel rapporto con le Istituzioni preposte all'occupazione.E' il bello della ricerca sul campo.

Essa, infatti, mette a confronto la popolazione attiva presente all’anagrafe comunale del paese, suddivisa per fascia di età, ed il suo “ approccio” con il Centro per l’Impiego di Catanzaro.

Lascia perplessi
, in particolare, il dato degli adolescenti (16-18 anni). Appena 13 di essi su 139 hanno dato allo stesso Centro la disponibilità  immediata allo svolgimento di un’attività lavorativa.

Non è diverso per i giovani
(estesi a 29 anni, età limite per l'apprendistato) la cui disponIbllità è di 197 su 525 iscritti all'anagrafe,mentre quelli che hanno trovato occupazione sono 111 (vedasi avviamenti),

In tal modo adolescenti e giovani
non possono avere i vantaggi voluti dal legislatore nazionale e dall’UE con le Politiche attive (formazione-riqualificazione/inserimento lavorativo). Non sono da meno gli altri vantaggi collegati alla condizione di dissoccupato/inoccupato che danno avvio alle incentivazioni contributive per gli imprenditori.Un'opportunirà per essere avviati al lavoro che non può essere banalizzata.

E’ una costante che si registra in tutti i paesi ricadenti nel Centro Impiego di Catanzaro, ma che si ripete in quelli di Lamezia Terme e Soverato.

Viene, così meno l’opportunità di fare incontrare concretanente "Mondo del Lavoro"  e "Mondo della Scuola" con gli studenti che, accompagnati dai Tutor del rispettivo Istituto scolastico, avrebbero fatto le prime esperienze lavorative in azienda durante la pausa estiva,giugno/agosto,(Tirocini estivi scheda tecnica) e, quindi, aiutati nelle scelte professionali e nel contempo percepire i  rimborsi spese,(si ritiene a ragione come per l'Istituto dello Stage , max 600 euro al mese  (Scheda Tecnica Stage). Tanto evidenzia che....(  Analisi LINK):

DA CENSIMENTO AGRICOLTURA 2000/2001
A) PER CONDUZIONE AZIENDALE
CONDUZIONE DIRETTA DEL COLTIVATORE Conduzione Conduzione a colonia Altra forma di Totale
Con solo manodopera familiare Con manodopera familiare prevalente Con manodopera extrafamiliare prevalente Totale con salariati parziaria appoderata conduzione generale
567 278 164 1.009 ­
­
­
1.009
B) SUPERFICE IN ETTARI PER CONDUZIONE
CONDUZIONE DIRETTA DEL COLTIVATORE Conduzione Conduzione a colonia Altra forma Totale
Con solo manodopera familiare (a) Con manodopera familiare prevalente (b) Con manodopera extrafamiliare prevalente (c) ( d)Totale (a+b+c) (e) parziaria appoderata (f) di conduzione (g) (d+e+f)
496,13 354,4 868,67 1.719,20 ­
­
­
1.719,20

La ricerca riporta i dati del censimento 2001 ed evidenzia quale conduzione ha l'agricoltura di Tiriolo:conduzione  esclusiva del colldiretto. Vedasi analisi dettagliata in ECONOMIA - Agricoltura, a cui si rimanda, perchè chiarificatrice dei dati esposti e dell'Agricoltura di Tiriolo, mentre si accompagnano dati  occupazionali aggiornati al 2010.

AGRICOLTURA ANNO 2010
( Fonte INPS)
N° AZIENDE NEL COMUNE N° LAVORATORI N° GIORNATE DENUNCIATE
47 170 16545

La ricerca rileva le aziende e l'occupazione nell'anno del 2010 dei braccianti a tempo determinato. Vedasi analisi dettagliata in ECONOMIA - Agricoltura, a cui si rimanda,  perchè chiarificatrice dei dati esposti e dell'agricoltura di Tiriolo.

Redditi e contribuenti nel Comune di Tiriolo
2009 2008 2005
contribuenti ammontare Reddito medio contribuenti ammontare Reddito medio contribuenti ammontare Reddito medio
1.531 27.455.802 17.933,25 1.543 27.000.142 17.498,47 1.435 20.824.401 14.511,78
Last Updated Wednesday, 06 June 2012
< Previous Next >

Indice Comuni della Diocesi

User Login





No account yet? Create account

Syndicate

RSS 0.91
RSS 1.0
RSS 2.0
ATOM 0.3
OPML
Top